Condividi

Giro di prostituzione nel palermitano, incontri in abitazioni e in un centro massaggi

mercoledì 1 Febbraio 2017

I carabinieri eseguito tre misure cautelari nei confronti di tre indagati per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, detenzione abusiva di armi ed estorsione. L’indagine scattata nel 2015 ha fatto luce su un fiorente giro di prostituzione nei comuni palermitani di Cerda, Montemaggiore Belsito e Trabia.

Nell’attività sono coinvolte donne dell’est europeo e italiane. Ai domiciliari con braccialetto elettronico è finito Vincenzo Scaccia, 64 anni di Montemaggiore. Secondo le indagini dei carabinieri della compagnia di Termini Imerese avrebbe favorito la prostituzione di una ragazza di nazionalità romena e di una donna del luogo, procurando i clienti, individuando i luoghi dove effettuare gli incontri e percependo soldi dall’attività. Scaccia avrebbe anche una pistola detenuta abusivamente che ha mostrato ad una delle due prostitute che voleva ribellarsi. In casa sono stati trovati pallottole calibro 38.

Davanti la polizia giudiziaria si dovrà presentare Domenico Runfola di 50 anni; anche lui era in affari con il compaesano Scaccia e avrebbe sfruttato due prostitute dell’hinterland accompagnandole agli incontri con i clienti che lo stesso Runfola contattava, organizzandone la trasferta presso la sua “base logistica”. Gli incontri avvenivano in varie località, tra cui le abitazioni degli stessi clienti e presso alcuni alberghi del comprensorio madonita.

Per Giovanna Guagenti, 31 anni residente a Trabia nella frazione di San Nicola L’Arena è scattato il divieto di dimora. La donna, come hanno accertato i militari, svolgeva attività di prostituzione presso un “centro massaggi” da lei gestito. La donna aveva creato un profilo Facebook per pubblicizzare il centro massaggi e avrebbe consentito ad altre ragazze di prostituirsi con i diversi clienti, percependo parte del compenso. Tra le accuse anche quelle di aver costretto un cliente a versarle la somma di 700 euro – minacciando di riferire alla moglie della loro relazione – raccontando pure di essere rimasta incinta. Stessa sorte toccata ad altro cliente. Solo che in questo caso le somme erano più modeste.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Sexting e revenge porn, Butera: “Si comincia già a 10 anni” CLICCA PER IL VIDEO

“Si comincia a dieci anni”. È questa la cosa che ha sconvolto anche sociologi e psicologi quando hanno scoperto che alunni appena usciti dalle elementari erano già entrati nel mondo del “sexting” e del “revenge porn”.

BarSicilia

Bar Sicilia, Bandiera: “A Siracusa quest’anno sfioreremo il milione di presenze”

Maria Calabrese e Maurizio Scaglione “in trasferta” a Siracusa intervistano il vicesindaco Edy Bandiera

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.