Condividi

Gli strani cinghiali dell’Addaura che assomigliano a daini…

lunedì 6 Agosto 2018

In alcune aree di Palermo, oramai da tempo, è emergenza cinghiali. I grossi animali, infatti, in più di un’occasione, sono scesi dalle colline per passeggiare indisturbati fra i rifiuti in cerca di cibo. Segnalazioni sono arrivate nel recente passato in diverse zone. Fra queste c’è l’Addaura, dove i cinghiali, presenti a Monte Pellegrino, sono stati avvistati nei pressi di diverse ville e un branco nei giorni scorsi ha seminato il panico scendendo fino in strada e mangiando fra i sacchetti dell’immondizia.

Ed ecco che, per segnalare la loro ingombrante presenza, il Comune ha fatto piazzare cartelli in varie strade, ma l’animale raffigurato più che a un cinghiale assomiglia a un daino o a un cervo. Evidentemente, chi ha fatto piazzare i cartelli non ha esattamente messo a fuoco com’è fatto un cinghiale, oppure manca un apposito cartello con un disegno che permetta di individuare i cinghiali.

I bene informati fanno notare che quello con il daino è il cartello generico che per il Codice della strada segnala la presenza di animali selvatici e dunque, è giusto perchè è quello previsto dalla segnaletica stradale. Ma una cosa è la correttezza formale e un’altra è la logica.

E così, invece di far dipingere appositi segnali è molto più semplice usare quelli disponibili con i daini. Una strana pratica, che si sta diffondendo un po’ dappertutto, perché i segnali stradali con daini-cinghiali, non sono prerogativa di Palermo. Cartelli simili, infatti, sono stati segnalati anche sull’Etna. E spostandosi fuori dalla Sicilia, ci si accorge che la strana segnaletica è presente anche a Bari, dove tempo fa è scattata l’emergenza cinghiali, a Viterbo, in Umbria e in altre zone della Penisola.

Insomma, evidentemente dopo la nascita del cosiddetto “cinghia-maiale” (incrocio che in pochi anni ha invaso le Madonie, suscitando le proteste degli allevatori e dei contadini), una nuova specie animale è ormai presente in Italia, ma soltanto sui cartelli stradali nazionali: il cinghia-daino o cinghia-cervo.

Chi ne incontra uno reale è pregato di fotografarlo… O forse, più semplicemente si potrebbe realizzare una segnaletica apposita.

Ecco come dovrebbero essere i segnali giusti
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.