Condividi

Il caos alle Poste: “sciopero andrà avanti, a rischio 800 posti”, i sindacati contro la manovra

lunedì 19 Dicembre 2016

Nel solo settore del recapito e della corrispondenza della Sicilia lavorano 4.500 persone e, secondo il sindacato le operazioni di riorganizzazione che l’azienda ha avviato nel 2015 si tradurranno, nel 2017, nella perdita del posto per 800 di esse.

giuseppe-lanzafameUn “drastico taglio dei posti di lavoro” quello intravisto dal segretario regionale della Slp (sindacato lavoratori poste), Giuseppe Lanzafame, che in una nota afferma che “Lo Stato italiano si starebbe preparando a~cedere un’altra porzione di Poste Italiane e che tale una svendita accende un’ipoteca sul recapito postale e rappresenta una minaccia, specialmente, per mille ragazzi che in Sicilia lavorano a part-time per l’azienda“. Cisl Sicilia e Slp Cisl regionale concordano sull’aggettivo da dare alla riorganizzazione: “fallimentare”. Sono passati solo pochi mesi dalla collocazione in Borsa del 35% di Poste ItalianeE già si vuol passare alla fase 2: la vendita di un’ulteriore quota – continua Lanzafame – La cessione di questa seconda tranche ai privati cambierebbe la storia della più grande azienda di Stato e, se le cose andranno come sembra, avremo presto un nuovo decreto che fisserà la partecipazione dello Stato addirittura al 30 se non al 25%. In questo modo la svendita di Poste Italiane sarà servita su un piatto d’argento”. 

L’azienda è controllata per il 60% dal ministero dell’Economia. “La dichiarazione del ministro dell’Economia Padoan circa la cessione di un’ulteriore quota ai privati – continua – ci spaventa e ci preoccupa perché Poste rappresenta per i risparmiatori un baluardo di certezza e garanzia. Un’azienda che ha alle spalle tantissimi anni di storia, con una capillarità in tutto il territorio nazionale che ha consentito finora il recapito della corrispondenza a tutte le famiglie del nostro Paese”.  Il sindacato inoltre annuncia che fino al 9 gennaio continuerà lo sciopero dello straordinario. “Sono 800 i posti di lavoro che salteranno in Sicilia entro un anno nel solo settore del recapito della corrispondenza”. Conclude Giuseppe Lanzafame.

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Ragusa, pista di atletica da 1,5 miliardi di lire nel degrado: mai utilizzata CLICCA PER IL VIDEO

L’ennesima cattedrale nel deserto. Ce l’avete segnalata voi, attraverso il numero WhatsApp 378.083 5993. È la pista di atletica di contrada da Montecalvo, a Vittoria, in provincia di Ragusa.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.