Condividi

Il coronavirus e il numero dei tamponi in Sicilia: quali relazioni?

sabato 4 Aprile 2020

(di Gianfranco Salmeri)

Non sono pochi coloro che sui media ipotizzano che i limitati numeri di contagi da coronavirus rispetto ad altre regioni, che stiamo osservando in Sicilia, siano diretta conseguenza del numero ridotto di tamponi effettuati. Ma se analizziamo i dati statistici vedremo che non è così.

Nel grafico, pubblicato in data 3 aprile dalla Regione (fig. 1), possiamo osservare la percentuale dei positivi sul totale dei tamponi effettuati e la percentuale di decessi sul totale dei casi positivi.

In Sicilia la percentuale di tamponi positivi (10%) sul totale degli effettuati, è più bassa della media italiana pari al 19%, per cui anche se si aumentasse il numero di tamponi, si troverebbe ovviamente un maggior numero di positivi asintomatici, come d’altro canto avverrebbe in ogni altra regione, ma ragionevolmente sempre nell’ordine del 10% rispetto al 19% della media italiana.

Per quanto riguarda, poi, la percentuale del numero di decessi, si nota che in Sicilia è tra le più basse tra tutte le regioni italiane. Questo è un dato altamente significativo, in quanto è abbastanza evidente che la percentuale dei decessi si riduce all’aumentare del numero di tamponi, e non il contrario.

A conferma ulteriore del nostro ragionamento, se confrontiamo la Sicilia con un’altra regione del sud paragonabile per popolazione, vedremo che la Campania pur avendo fatto meno tamponi della Sicilia (1 tampone ogni 300 abitanti, contro 1 su 265 abitanti), ha un tasso di crescita dell’epidemia doppio rispetto a quello della nostra Regione (8% contro il 4,1 %) (FIG. 2)

Con questo non si vuole sostenere che il numero di tamponi non vada aumentato, al contrario vanno effettuati in maniera sempre più diffusa, ed in maniera capillare sugli operatori dell’assistenza socio-sanitaria.

Ma appare evidente che i dati positivi sul contenimento dell’epidemia in Sicilia non dipendano dal basso numero di tamponi effettuati, ma siano conseguenza diretta dell’efficacia delle misure di controllo sociale attuate finora.

 

FIGURA 1

Figura 2 (dal sito PANGEAFORMAZIONE.IT)

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.