Condividi

Il Gris pubblica il primo studio sulla religiosità giovanile a Palermo

mercoledì 13 Gennaio 2021
comunione

Il Gris di Palermo e Sicilia pubblica il primo studio sulla religiosità giovanile a Palermo, sintesi di due anni di lavoro con esperti di teologia e statistica.

L’indagine scritta a otto mani da Tullio Di Fiore, presidente del Gris Palermo e Sicilia, Marcello Di Tora, professore associato alla facoltà di Teologia di Sicilia, Vito Impellizzeri teologo e Pino Lucà Trombetta, sociologo, ed edita in volume dai tipi della Dario Flaccovio Editore, ha coinvolto 2.503 studenti delle scuole cittadine, grazie alla collaborazione di docenti di religione e sociologi.

Secondo lo studio i giovani che si definiscono cristiani cattolici sono il 53%.

Dell’intero campione, il 73% non va mai o molto raramente a messa, dato che evidenzia un tipo di religiosità solo nominale e non effettivamente praticat0.

Forte è il ruolo della famiglia che per l’87% degli intervistati risulta essere il primo veicolo di trasmissione della fede: più nello specifico, dei giovani studenti intervistati solo il 36% di essi prega con costanza, la stessa cifra arriva al 70% se aggiungiamo la voce “solo raramente”.

Cresce l’interesse per l’occultismo e l’esoterismo, circa il 70% dei giovani.

Ciò che evidenzia lo studio è una crescente ricerca della spiritualità da parte di un’intera generazione, circa l’80% degli intervistati, dato che spinge riflessioni sulle nuove sfide della Chiesa cattolica.

È una prima ricerca che apre orizzonti nuovi nell’ambito della spiritualità dei giovani nella nostra città – dice Tullio Di Fiore, presidente del Gris Palermo e Siciliauno studio che ci fa vedere un mondo giovanile diverso da quello che spesso gli adulti percepiscono o pensano“.

Dalla ricerca emerge una generazione di ragazzi che cerca una propria identità religiosa e una spiritualità, nonostante ancora molti atteggiamenti religiosi siano poco frequenti“.

Bisogna percepire e capire i bisogni dei ragazzi, poiché molti fenomeni di violenza derivano proprio dalla mancata attenzione a questi bisogni“, conclude Di Fiore.

Ritengo questi dati importantissimi, perché ci danno la misura e la percezione di quello che i nostri giovani pensano rispetto a Dio, alla Fede, alla Chiesa e quali tendenze si stanno insinuando all’interno del mondo giovanile ” dice l’arcivescovo Corrado Lorefice.

Altro dato importante ma più teologico-pastorale, questa ricerca dice a quanti operano pastoralmente tra i giovani qual è il sentire dei ragazzi di fronte alle diverse questioni analizzate: vita dopo la morte, partecipazione alla messa o confessione“, sottolinea l’arcivescovo.

“Lo scopo di questa ricerca non è sicuramente quello di fare numero nell’ambito delle ricerche statistiche ma quanto, piuttosto, – conclude l’arcivescovo Lorefice quello di avviare processi di riflessione su una generazione troppo spesso qualificata negativamente e ritenuta priva di una sua dimensione propria“.

Il libro “I giovani e la ricerca della propria identità religiosa nella società contemporanea” (Dario Flaccovio, 128 pagine, 20 euro) è disponibile in libreria da giovedì 14 gennaio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.