Condividi

Il medico di base anche per i senza fissa dimora. La proposta di Italia dei Valori

venerdì 1 Aprile 2022

La sanità pubblica anche per gli ultimi degli ultimi. Là dove purtroppo ancora non arriva. C’è chi, come la Regione Emilia Romagna ha fatto da apripista e adesso Italia dei Valori presenta la proposta alla Regione Siciliana.

L’Emilia Romagna è la prima regione d’Italia che con una decisione storica, sancisce il diritto al medico di base per le persone senza fisse dimora – spiegano Salvatore Mammola e Ignazio Messina, rispettivamente membro dell’esecutivo nazionale  e segretario nazionale dell’Italia dei valori – Questa legge afferma che il diritto alla salute non può e non deve essere negato a nessuno, che il ricco come il povero hanno diritto ad essere curati alla stessa maniera.”

Secondo Mammola e Messina anche la Sicilia potrebbe eseguire l’esempio per riuscire a garantire anche i senza fissa dimora che vivono nella nostra isola. La proposta è quella di garantire la scelta del medico di medicina generale per un anno anche ai senza fissa dimora con la condizione che resti in Sicilia.

Per ottenere il medico di base, copiando la legge già approvata in Emilia Romagna, la persona senza fissa dimora dovrà recarsi all’anagrafe sanitaria con un modulo rilasciato dai servizi sociali del comune che attesti di essere in possesso dei requisiti richiesti, portando con sé il proprio documento d’identità o il codice fiscale o l’estratto dell’atto di nascita. Non importa chi sarà il primo firmatario di questa legge, l’importante che in tempi brevi venga presentata ed approvata.”

L’Italia dei Valori chiede, quindi, all’assessore alla Salute della Regione Sicilia, Ruggero Razza di farsi promotore di questa legge. “La Sanità pubblica – concludono Salvatore Mammola e Ignazio Messina –  deve garantire a tutti assistenza e cure senza distinzione e discriminazioni.”

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.