Condividi

Ipotesi privatizzazione Punta Raisi, Fit Cisl: “Enac e Gesap facciano chiarezza”

lunedì 2 Settembre 2019
Aeroporto di Palermo, Gesap, Punta Raisi

“I rumors che si susseguono in questi giorni nello scalo palermitano sull’ipotesi che Enac stia certificando un nuovo operatore su Punta Raisi, sono bastati per accendere i riflettori sullo spauracchio di una riduzione di personale e di una futuristica privatizzazione. Indiscrezioni, che stanno mettendo in fibrillazione i lavoratori del gestore Gesap e degli handlers, tra tutti Gh Palermo ed Aviapartner”.

Cosi la Fit Cisl Sicilia con il segretario generale Dionisio Giordano e il segretario regionale con delega al Trasporto aereo Antonio Dei Bardi, intervengono sull’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo.

“Per questo – prosegue la Fit Cisl – unitamente alle altre organizzazioni sindacali abbiamo chiesto un confronto urgente a Gesap, alle società di handling e all’Enac, serve fare chiarezza per spazzare via dubbi e incertezze, e per chiarezza intendiamo un impegno e un’assunzione di responsabilità ratificate da un verbale di accordo fra le parti, e non solo brevi comunicazioni da parte delle governance societarie finalizzate a rasserenare sul momento l’ambiente aeroportuale”.

“Bisogna salvaguardare i tanti successi ottenuti dall’aeroporto palermitano. Negli ultimi anni infatti ha registrato una notevole crescita dei passeggeri, del fatturato e una sempre più adeguata dotazione infrastrutturale. Tutto ciò ha lanciato il Falcone e Borsellino tra gli scali nazionali più importanti: sette i milioni di passeggeri oggi con una crescita stimata nel prossimo quinquennio fino al raggiungimento di quasi 10 milioni di passeggeri”.

“Una sinergica condivisione di crescita e produttività tra le nuove governance nelle aziende – aggiungono Giordano e Dei Bardi –, un patto sociale con sindacati e lavoratori, un controllo adeguato dei soci, in primis il Comune di Palermo azionista di maggioranza, hanno contributo all’espansione dello scalo del capoluogo siciliano”. Dalla Fit concludono, “attendiamo dunque un incontro, resta inteso che indicazioni diverse porteranno a una presa di posizioni di sindacati e lavoratori”.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.