Condividi

La Geologia della Divina Commedia: a Palazzo Butera apre il “Madonieat and Book”

giovedì 4 Aprile 2019
Geologia della Divina Commedia

Sabato 6 aprile, alle 17, presso il Bistro delle Madonie a Palazzo Butera, nell’antico e affascinante quartiere della Kalsa, “al halisah”, l’eletta, la pura, che era la cittadella fortificata dove dimoravano l’emiro e i suoi ministri, proprio a due passi dal Foro Italico, si apre la rassegnaMadonieat and Book con Roberto Franco e la sua “Geologia nella Divina Commedia”.

La presentazione come sempre sarà accompagnata dal gustoso e ormai celebre “Aperitivo Madonita” preparato dallo Chef Salvo Andreozzi.

Il libro del geologo umanista Roberto Franco, pubblicato dalla Vertigo Edizioni, è l’opera più premiata in Italia nel 2018 e, infatti, ha fatto incetta di premi: il 2° posto nel Concorso Internazionale “Città di Castrovillari”, il 3° posto nel “Premio Internazionale Salvatore Quasimodo”, il 3° premio, sezione saggio edito, nel Premio Internazionale “Il Convivio 2018” e miglior saggio storico-scientifico di rilevanza umanistico-letteraria nella 20° edizione del Concorso artistico-letterario internazionale “Ars Millennium”.

Ma cosa colpisce dell’opera di Roberto Franco? La lettura insolita della Divina Commedia che pone all’attenzione del lettore l’aspetto geologico in una ricostruzione articolata e documentatissima che è resa piacevole e accattivante dalla scrittura piana e discorsiva dell’autore che rivaluta un mondo, quello medievale, considerato erroneamente di “oscurantismo e di barbarie”. Infatti, passando dalla “filosofia dei Grandi alla teologia dei Santi”, Roberto Franco ci mostra il Medioevo come secolo di intense luci, di grande fermento intellettuale, crogiolo della civiltà moderna.

La “Geologia della Divina Commedia” è una sorta di “finestra”, attraverso cui le “discipline dure”, geologia e geomorfologia, hanno la possibilità di guardarsi, interfacciarsi, con le scienze umane e artistiche, che mostra infiniti “ingressi di paesaggi” perché l’opera di Dante è lo ieri, l’oggi e il domani, sospesa nel tempo e, allo stesso tempo, immanente in esso. Sabato vi ritroverete a “scalare montagne e attraversare pianure; passare fiumi e torrenti; accarezzare cascatelle di pietre preziose; ascoltare il brontolio cupo dei terremoti“. Farete un viaggio intenso e stupefacente.

Diceva Novalis: “Tutto è magia, o niente”, sabato lo sarà il tutto.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.