Condividi

La Sis completerà il passante ferroviario. Trovato l’accordo, finisce il rischio incompiuta

venerdì 7 Aprile 2017
Passante diaframma

Raggiunto l’accordo tra i sindacati degli edili e il colosso italo-spagnolo Sis, in merito ai licenziamenti proposti vista la fase di ultimazione del Passante ferroviario di Palermo. Nell’attesa di conoscere l’esito dell’Atp (l’accertamento tecnico preventivo, ndr) sui 100 milioni di costi extra dell’appalto,  chiesti dalla ditta per l’aumento generale dei prezzi dal 2008 a oggie su cui si pronuncerà entro l’anno il Tribunale di Roma, i sindacati di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil esultano per aver salvato quasi 30 posti di lavoro.

“Abbiamo limitato i danni nella difficile vertenza del cantiere del passante ferroviario di Palermo – spiega Antonino Cirivello, segretario generale della Filca Cisl Palermo Trapani che, insieme a Feneal Uil e a Fillea Cgil, ha incontrato i vertici della Sis all’ufficio provinciale del lavoro di Palermo – . I licenziamenti purtroppo continuano a persistere ma sono stati salvati quasi 30 posti di lavoro e si è preservato il futuro dell’opera. L’azienda ha proposto 200 licenziamenti poi scesi a 175, ci sono possono essere però ancora speranze per altri lavoratori, legate allo sblocco del nodo di vicolo Bernava“.

 

Si tratta del “tappo” di soli 58 metri che impedisce da oltre 3 anni di ultimare la galleria “Imera-Lolli” della tratta A del passante. La Regione ha autorizzato la variante da 18 milioni di euro, ma si attende il via libera alle demolizioni dei 5 edifici danneggiati. Al posto degli edifici sorgerà un grande giardino. Per questa grossa variante si attende pure una variante al Prg.

vicolo Bernava giardino
Il progetto del giardino in vicolo Bernava (post demolizioni)

Al termine della riunione sono stati raggiunti due importanti obiettivi: “La Sis si è impegnata formalmente – aggiunge Cirivello – a reimpiegare le maestranze in altri cantieri dislocati in tutto il territorio nazionale, primo fra tutti quello della pedemontana. Inoltre l’azienda ha sancito per iscritto la volontà di completare il passante ferroviario senza fare ricorso ai subappalti e agli affidatari, quindi solo con i propri lavoratori”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

‘Manovrina’ da 420 milioni, Galvagno: “Esercizio provvisorio non vuol dire fallimento” CLICCA PER IL VIDEO

Ieri sera, l’Assemblea regionale siciliana ha approvato il ddl di variazioni di bilancio. Una manovra di assestamento, dal valore di 420 milioni di euro

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.