Condividi

Mafia & gioco d’azzardo, sequestro al re delle scommesse fra la Sicilia e Malta

sabato 26 Gennaio 2019
gioco-dazzardo

Un sequestro patrimoniale per un valore complessivo di circa 6 milioni di euro è stato eseguito a Palermo dalla Polizia di Stato nei confronti di Benedetto Bacchi, di 46 anni, e Francesco Nania, di 50.

Il provvedimento è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, su proposta del Questore. I due indagati erano stati arrestati un anno fa nell’ambito dell’operazione Game Over con altre 29 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, concorrenza sleale aggravata dal metodo mafioso, riciclaggio e associazione per delinquere finalizzata alla produzione, detenzione e spaccio di stupefacenti.

Le indagini avrebbero confermato l’esistenza di uno stretto collegamento tra Cosa Nostra e le sale da gioco e di raccolta scommesse. Un ruolo di primissimo piano sarebbe stato svolto proprio da Sbacchi che avrebbe monopolizzato il settore dei giochi e delle scommesse online.

Bacchi BenedettoL’imprenditore avrebbe realizzato anche una rete di agenzie di scommesse abusive (riferibili principalmente al marchio “B2875”), capaci di generare profitti quantificati in oltre un milione di euro mensili. Il socio occulto dell’imprenditore, secondo quanto accertato dagli inquirenti, sarebbe stato Francesco Nania, capo della famiglia mafiosa di Partinico, già condannato con sentenza definitiva, che ha terminato di espiare la pena nel 2013. Nello specifico il sequestro a carico di Bacchi riguarda 11 beni immobili, tre veicoli, sei rapporti finanziari, una quota societaria, quattro società con sede a Partinico e quattro a Malta attive prevalentemente nei settori dei giochi e scommesse e dell’edilizia.

Nei confronti di Nania è stato invece disposto il sequestro di una società operante nel settore dell’esportazione alimentare verso gli Stati Uniti, la Trading Enterprise Srl, con sede nel comune di Ottaviano (NA)

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.