Condividi

“Masaniello è turnat”. Mani libere per Figuccia il funambolo: “La gente è con me”

venerdì 29 Dicembre 2017
Vincenzo Figuccia

Vincenzo Figuccia torna ad avere le ‘mani libere’ da ordini di scuderia e disciplina di governo.

Giocherà la partita da funambolo d’aula, ruolo che, da sempre, gli riesce al meglio: “Ho sempre risposto in modo autentico alla mia vocazione e per questo non potevo portare avanti un mandato che mi teneva stretto nella morsa di una gabbia d’oro fatta di formalità e ipocrisie.  E invece nessuna garanzia per quelle centinaia di migliaia di siciliani che arrancano per arrivare a fine mese”.

Sarà pure uno schema scontato che cerca il consenso diretto e ammicca senza filtri ad alcune categorie di lavoratori (e di elettori), ma per il deputato palermitano, dopo la breve parentesi da assessore, non si cambia linea: “la gente è con me”.

Quel che è altrettanto certo è che  il rapporto di Figuccia con la maggioranza si preannuncia non semplice. Una scheggia poco controllabile e poco disposta a farsi inquadrare da assetti rigidi e prestabiliti.

Fibrillazioni annunciate anche nel rapporto con il presidente dell’Ars Micciché con cui Figuccia ha scavato un solco poco sanabile, mettendo al momento una distanza siderale.

Intanto non ci sarà una nomina in tempi brevissimi per il nuovo assessore ai Rifiuti, dopo l’uscita di scena volontaria e le sue dimissioni. Musumeci, che ha avocato a sé la delega, rifletterà qualche giorno prima di dare l’incarico, magari ai primi di gennaio, a un tecnico d’area, indicato o comunque condiviso dai centristi, che sposi la sua linea di intervento e di gestione.

Per quanto riguarda il successore di Figuccia, è presto per ipotizzare se sarà più un nome di garanzia o di profilo istituzionale,  o più probabilmente un tecnico della materia, ma quel che è certo che il partito di Lorenzo Cesa, colto un po’ di sorpresa dalla scelta di Figuccia, non si farà trovare impreparato sull’eventuale rosa di nomi da offrire al governatore siciliano.

Nell’Udc la sintesi da perfezionare è tra l’area che fa capo alle posizioni di Mimmo Turano nella Sicilia occidentale, e mette in campo un asse privilegiato con il capogruppo all’Ars Margherita La Rocca Ruvolo, e quella invece rappresentata dal commissario regionale Giuseppe Naro, su cui converge anche Giovanni Pistorio, uno dei papabili per un seggio alle prossime Politiche di marzo.

Se un ruolo, inoltre, nella nomina di Figuccia aveva avuto Ester Bonafede, altra outsider in pole position per il salto a Roma, che vorrà dire anche in questo caso la sua.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Cateno De Luca si racconta a Donna Sarina: “Sono andato nell’aldilà e sono tornato” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della prima puntata del format web de ilsicilia.it “Donna Sarina” è Cateno De Luca, ex sindaco di Messina e leader dell’opposizione

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 61° puntata: Cancer Center

La 61^ puntata de La Buona Salute è dedicata al Cancer Center presso l’ARNAS Garibaldi di Catania, con nuovi spazi e tecnologia all’avanguardia per migliorare le prestazioni per i pazienti oncologici

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.