Condividi
Servizi digitali

Messina, basta file agli sportelli: ecco il portale per pagare on line tasse e multe

giovedì 28 Dicembre 2023

Niente più file agli sportelli, attese estenuanti: basterà  lo spid ed in tempo reale i messinesi potranno pagare imposte e multe. Tutto questo dalle 10 dell’8 gennaio 2024 grazie allo Sportello tributario del cittadino, un tuffo nell’era digitale grazie all’assessore con la mentalità da smart city, Roberto Cicala.

La nuova piattaforma digitale, che tra l’latro consentirà ad ogni contribuente di avere un quadro della situazione anche pregressa, è stata presentata oggi dal sindaco Basile, dall’assessore Cicala insieme al dirigente del settore Emiliano Conforto, al responsabile e al funzionario del sistema informativo comunale rispettivamente, Maurizio Mondello e Piero Giglio.  

SERVIZI DIGITALI 

Uno step importante raggiunto alla fine del 2023 ha detto il sindaco Federico Basile – sebbene in ritardo, forse rispetto ad altre città, ma sicuramente un obiettivo importante. Era un mio pallino che da direttore generale non sono riuscito a realizzare e che  si inserisce nel solco del nostro percorso verso la totale digitalizzazione dei servizi che mira a semplificare la vita quotidiana dei cittadini e rendere più accessibili le informazioni fiscali”.

BASTA UN CLICK

Basta lo spid per controllare la propria posizione e se serve regolarizzare ogni cosa. Uno strumento valido non solo per il comune ma anche per lo stesso cittadino che potrà avere informazione sui tributi le imposte e su eventuali multe.

L’assessore Roberto Cicala ha illustrato il nuovo sportello tributario con l’ausilio di slide sottolineando come i cittadini “potranno avere di avere sia una visione completa dei processi che la possibilità di effettuare pagamenti, aspetti fondamentali per contribuire allo snellimento della burocrazia. Uno strumento moderno che lavora con la banca dati del Comune”.

LO SPORTELLO

Per fare solo un esempio, il cittadino potrà pagare immediatamente Imu e Tari tramite spid, quindi un accesso sicuro. Ogni utente vedrà la situazione per la Tari, fino a sei o sette anni indietro.  Si può vedere il documento in pdf, scaricare l’f24, vedere se e come è stato fatto il pagamento. Per le attività commerciali servirà una delega a un amministratore con spid.  Si potranno autorizzare anche i commercialisti.

I PROSSIMI STEP

“Per fare un altro esempio- ha continuato Cicala- con l’Imu, che è in autoliquidazione, se non vedo niente vuol dire che ho pagato, se vedo qualcosa sono provvedimenti che sono stati inviati per pagare. Per gli accertamenti siamo fermi al 2019, ma vogliamo portare avanti una politica di accorciamento. Nel pannello dell’Imu ci sono anche dettagli sulla casa. Nei primi tre mesi del 2024 aggiungeremo i passi carrabili. Dal 15 gennaio cominceremo a tappeto ad analizzarli tutti in tutte le strade, per capire chi è in regola con le autorizzazioni”

COME FUNZIONA

I cittadini potranno così accedere al portale attraverso SPID, CIE, CNS al proprio estratto conto TARI per avere una panoramica dettagliata delle loro transazioni e pagamenti, oltre a potere stampare gli F24; inoltre, sarà possibile visualizzare e gestire le posizioni relative alle imposte comunali, tra cui ICI/IMU, TARI fornendo un quadro completo delle obbligazioni fiscali e successivamente per tutti i tributi comunali. Tra i servizi offerti al cittadino la piattaforma offre anche il portale delle multe, una procedura che consente di consultare e pagare online le contravvenzioni al Codice della Strada elevate dalla Polizia municipale.

NIENTE PIU’ FILE

Essere al passo con i tempi, ovvero niente più code agli sportelli e garantire al cittadino di accedere online ai servizi risparmiando il proprio tempo, ovunque si trovi, è quanto abbiamo portato avanti in questi anni nell’ambito dei processi di digitalizzazione e innovazione tecnologica-conclude Cicala- Ulteriori due step nel corso del 2024 riguarderanno l’inserimento di suolo pubblico, pubblicità e passi carrabili e poi anche di Amam”.

Nei giorni antecedenti all’attivazione della sarà data comunicazione sugli indirizzi per accedere al portale, oltre ad una guida contenente le indicazioni a supporto dei cittadini.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Lombardo a Bar Sicilia: “Autonomia sfida da cogliere, con la Lega patto federativo” CLICCA PER IL VIDEO

Dall’autonomia differenziata ai precari equilibri tra partiti. Ospite della puntata di Bar Sicilia è l’ex presidente della Regione Raffaele Lombardo, fondatore e leader del Movimento per le autonomie

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.