Condividi

Messina Plogging: il 31 a Torre Faro vince chi corre, raccoglie rifiuti e rispetta l’ambiente

mercoledì 27 Luglio 2022

Sport e senso civico, rispetto per gli altri e per l’ambiente. Da sempre lo sport può essere anche veicolo di messaggi di civiltà e di etica. E lo è anche per il Plogging una disciplina figlia dei nostri tempi che coniuga la corsa con la raccolta dei rifiuti e sta letteralmente “spopolando” al punto che si sono disputati anche campionati mondiali in Italia.

La prima edizione di “Messina Plogging” si terrà domenica 31 a Torre Faro, con inizio alle 8.30 del mattino e traguardo al Pilone a mezzogiorno, vedrà 40 atleti over 18 cimentarsi tra corsa e raccolta di quei microrifiuti che deturpano le nostre spiagge. Cicche, lattine, bottiglie di plastica, oggetti di ogni tipo gettate sulla costa senza rispetto né per l’ambiente né per il decoro.

L’iniziativa, promossa dall’associazione Asd Arb in collaborazione con il Comune di Messina (assessorato alle politiche ambientali), Messina Servizi Bene Comune, il Centro sportivo italiano, con il supporto dell’Associazione Radioamatori Peloritani, è stata illustrata in conferenza stampa.

Questa iniziativa, che coniuga sport e salvaguardia ambientale, agonismo e senso civico– ha dichiarato il Sindaco Federico Basile – trova nelle sue motivazioni e nella sua originalità la più totale condivisione da parte dell’Amministrazione Comunale. Dobbiamo riappropriarci del senso civico, rispettare gli altri e le regole di vita in una comunità. Confermo la mia presenza domenica mattina, sarò con tutti il portavoce di un messaggio di rispetto verso la nostra città, che, ricordiamolo bene e sempre, è casa nostra”.

E’ stato il presidente dell’associazione Arb Davide Liotta a spiegare nel dettaglio la manifestazione che ha l’obiettivo di far sì che lo sport diventi veicolo di cambiamento civico. “E’ un appello che facciamo a tutti, perché domenica non importa chi arriverà primo. Vince chi partecipa ad una gara che è soprattutto un messaggio di cambiamento e di rispetto. L’invito è ad esserci. Vince chi sarà presente”.

Non a caso ai fini del punteggio non sarà soltanto calcolata la quantità di rifiuto differenziato che viene raccolto, ma anche la “qualità”, ovvero la tipologia, perché vi sono rifiuti che sono maggiormente inquinanti.

Ha sposato con convinzione l’iniziativa anche l’assessore alle politiche ambientali Dafne Musolino: “Il Plogging coniuga lo sport all’aria aperta con una coscienza critica da sviluppare e rappresenta l’occasione di fare una corsa sulla spiaggia, eliminando micro rifiuti che inquinano e deturpano la bellezza dei nostri luoghi con 56 chilometri di costa unici in tutta Italia. L’Amministrazione Comunale ha investito tanto sulla politica dei rifiuti; Messina è l’unica città metropolitana del sud Italia che ha un servizio di raccolta differenziata esteso sull’intero territorio. Comieco ha premiato il nostro percorso con una medaglia e Legambiente con due menzioni speciali di cui siamo più che orgogliosi. Ma la raccolta differenziata deve fare un altro passaggio, trasformandosi da raccolta di quantità in qualità attraverso una maggiore selezione del rifiuto, sviluppando le coscienze civiche dei cittadini e iniziative di questo tipo sono ben accolte da tutti noi”.

I primi tre vincitori riceveranno premi messi a disposizione dagli sponsor, tra i quali anche la Framon che al primo classificato darà un week end in un hotel di Lipari.

Per noi è importante lanciare un messaggio- ha spiegato l’imprenditore Pietro Franza– perché la gara più grande è quella di far diventare Messina sempre più bella e attrattiva, più appetibile per gli investitori. E’ una gara quotidiana e vede impegnati ognuno di noi. A volte vediamo chi getta le cartacce dal finestrino dell’auto o per terra e non pensiamo che poi non soltanto noi, ma anche i turisti vedono questa situazione di degrado. Dobbiamo cambiare i comportamenti, è questa la gara più importante”.

Presenti alla conferenza stampa anche i presidenti delle società partecipate, che tra l’altro vedranno delegazioni di atleti partecipare alla gara di domenica, Giuseppe Campagna di ATM S.p.A., Loredana Bonasera di A.M.A.M., Valeria Asquini della Messina Social City, Roberto Cicala della Patrimonio Messina S.p.A., e la componente del CdA di Messina Servizi Bene Comune Mariagrazia Interdonato.

La competizione si terrà a Torre Faro domenica 31, dalle ore 8 alle 12.30, si svolgerà in due manche e vedrà in campo, anzi in spiaggia atleti over 18 anni.

Nella prima manche la partenza è prevista dalla zona del Pilone verso la costa tirrenica. Ogni atleta avrà a disposizione tre sacchi identificati con lo stesso numero della sua pettorina per la raccolta delle seguenti categorie di rifiuti CARTA/CARTONE – UMIDO – VETRO. Dovrà raggiungere la stazione di controllo distante circa 4 km per poi tornare alla stazione di arrivo che coincide con quella di partenza, dove si registrerà il tempo impiegato e si consegneranno i sacchi per la pesatura e l’attribuzione del punteggio.

Nella seconda manche la partenza è prevista dalla zona del Pilone verso la costa tirrenica portando con sè due sacchi identificati con lo stesso numero della pettorina dell’atleta, per la raccolta delle seguenti categorie di rifiuti INDIFFERENZIATO – PLASTICA E METALLI fino a raggiungere la stazione di controllo distante circa 4 km per poi tornare alla stazione di arrivo che coincide con quella di partenza, dove si registrerà il tempo impiegato e si consegneranno i sacchi per la pesatura e l’attribuzione del punteggio.

Alle 8.30 riunione tecnica per fornire le indicazioni necessarie al buon svolgimento della manifestazione e la consegna del materiale: 1) pettorina numerata; 2) sacchi per la raccolta dei rifiuti abbinati alla pettorina; 3) guanti di sicurezza. Avvio della gara alle 9 fino alle 11.30 con premiazione a mezzogiorno.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.