Condividi

Migranti, Minardo (Lega): “Serve una soluzione definitiva per la redistribuzione”

martedì 15 Giugno 2021
Matteo Salvini e Nino Minardo
Matteo Salvini e Nino Minardo

Negli ultimi due giorni è ripreso il fenomeno degli sbarchi di immigrati irregolari in Sicilia e in particolare a Lampedusa e Pantelleria. E’ una spiacevolissima interruzione della tregua frutto dell’azione politica e diplomatica del presidente del Consiglio Mario Draghi su input soprattutto della Lega e del nostro leader Matteo Salvini, tregua che era durata un paio di settimane e che deve immediatamente riprendere fino a trasformarsi in normalità per l’estate. Questo è il pensiero della direzione regionale della Lega Sicilia, di ogni suo dirigente, tesserato, simpatizzante e, ritengo a buona ragione, della stragrande maggioranza dei siciliani“. Lo dice il segretario regionale della Lega in Sicilia Nino Minardo.

Che questa estate in Sicilia debbano arrivare turisti e non migranti è la condizione necessaria e indispensabile per ritrovare, tutti, serenità, sicurezza e speranza per il futuro – aggiunge – Guai a ripetere gli errori della scorsa estate. La nostra fiducia in Matteo Salvini e nel sottosegretario all’Interno Nicola Molteni è totale, nondimeno la Lega Sicilia oggi mette nero su bianco le tre priorità assolute in tema di contenimento degli sbarchi per i prossimi mesi, priorità a cui le istituzioni europee e il governo nazionale nel suo complesso devono dare risposte concrete“.

L’annosa polemica sulle ridistribuzioni di migranti negli stati membri dell’UE trovi una soluzione definitiva – prosegue – La si consideri come indispensabile al funzionamento dell’Europa e non un optional: l’Italia deve trovare la forza politica per obbligare tutti gli altri Stati a prendersi, immediatamente, la loro quota di migranti extracomunitari non appena questi giungono sulle coste siciliane, perché, lo sappiamo, sbarcano tutti da noi. Il lavoro politico e diplomatico portato avanti in quest’ultima fase da Draghi è positivo, lo abbiamo detto, ma gli accordi bilaterali più o meno formali e più o meno espliciti che stiamo riuscendo finalmente a fare, soprattutto con Libia e Tunisia, hanno bisogno di nuova linfa, devono contare su una maggiore continuità e lealtà delle nazioni nordafricane fino a diventare strutturali e definitivi”.

“La Lega in questo governo, sostenuto da una maggioranza anomala, ha il grande merito di essere il partito che porta avanti le esigenze dell’ampio elettorato di centrodestra e ha già indirizzato l’esecutivo verso le scelte giuste in materia di riaperture e di sviluppo economico. Mi pare di capire che le resistenze a fare altrettanto per il contenimento dell’immigrazione clandestina siano tantissime e ancora impediscano di ottenere risultati altrettanto gratificanti. Dalla Sicilia – conclude – chiediamo oggi uno scatto di reni perché si superino queste resistenze e si comprenda che quello dello stop agli sbarchi è un tema fondamentale per la Sicilia e i siciliani: nella gestione dell’immigrazione nei prossimi mesi si misurerà l’attenzione di tutta la classe dirigente europea e italiana nei confronti della nostra Isola“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.