Condividi

Orlando al suo quinto mandato: “La crisi delle liste vicine a Cuffaro mostrano come il mondo sia cambiato”

domenica 11 Giugno 2017
orlando vittoria


Leoluca Orlando si riconferma primo cittadino di Palermo, annienta gli avversari al primo turno e si appresta ad un altro quinquennio alla guida della città. “Se la mafia pensava di tornare a Palazzo delle Aquile, i palermitani hanno detto no grazie”. Ha esordito così il sindaco, accolto da un lungo applauso a Palazzo delle Aquile, per commentare il risultato delle elezioni amministrative. Il sindaco uscente, forte di un risultato che lo dà oltre il 46% dopo lo spoglio di 506 sezioni su 600, ha poi detto: “Abbiamo costruito una rete di servizi sociali, ogni persona viene seguita con un percorso dedicato, cosa diversa dal ‘ci penso io’ e dai bigliettini che accoglievano all’ingresso del comune chi aveva bisogno. È un cambio culturale”. “Ringrazio tutti i palermitani che hanno colto il senso del messaggio che mandavamo, di buona amministrazione e buona politica – ha aggiunto – È stato accolto il nostro invito a non fermare il cambiamento, che vuol dire dare risposte concrete ai cittadini. Abbiamo passato la campagna elettorale a dire che non siamo contenti di come vanno le cose a Palermo ma siamo contenti che vanno meglio di cinque anni fa. La mia candidatura fra tutte le candidature delle grandi città italiane è quella che riporta il miglior risultato, il che costituisce la conferma del riconoscimento di un cambiamento che deve continuare dopo gli anni devastanti del governo di centro destra. La positività di questa esperienza e l’esigenza di non fermare il cambiamento sono stati confermati dalla mia proposta di civismo politico lontano da velleitarismi e da soffocanti logiche di apparato“. Questo è quanto ha dichiarato Leoluca Orlando in attesa di conoscere i risultati certi, durante il corso dello spoglio. Orlando continua: “Stiamo continuando su una strada carica di futuro, dobbiamo fare ancora altri chilometri per arrivare alla perfezione dei servizi e dell’efficienza della città ma credo che i risultati che abbiamo conseguito ci spingono ad andare avanti. Vorrei dire grazie a tutti coloro che hanno condiviso questa che sembrava una follia, questa che sembrava un’anomalia, questa che sembrava assolutamente una cosa fuori dall’ordine normale delle cose ma probabilmente da Palermo arriva un segnale molto chiaro all’intero Paese: il mondo è cambiato e chi non comprende che il mondo è cambiato rimane o chiuso dentro la scatola di un apparato o in una piazza senza governare. Credo sia questo il senso di questo risultato, aspettiamo di conoscere i dati definitivi ma mi sembra che già fin da adesso i dati non potranno più essere smentiti dai dati definitivi”.

Ieri notte tutta la sala del comitato elettorale è scoppiata in un applauso quando Mentana ha annunciato su La7 che Leoluca Orlando è sopra la soglia del 40%. Nella sede allestita al Grand Hotel Borsa ci sono oltre ai giornalisti gli assessori Giusto Catania, Andre Cusumano, Agnese Ciulla, Giovanna Marano, tantissimi consiglieri comunali uscenti come Aurelio Scavone, Totò Orlando ma anche Tommaso Dragotto che cinque anni fa era uno dei suoi sfidanti e candidato come sindaco, il deputato Giuseppe Lupo. Entusiasta anche Fabio Giambrone.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.