Condividi

Palermo, la Lega fa rimuovere la bandiera trans da Palazzo delle Aquile

giovedì 21 Novembre 2019

La Lega fa rimuovere la bandiera della comunità trans, che era stata esposta mercoledì 20 novembre sul balcone di Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo, accanto a quella italiana e alle altre bandiere istituzionali. Il vessillo sventolava dalla finestra centrale del “Palazzo” dell’istituzione del capoluogo siciliano, per celebrare la giornata in ricordo del “Transgender Day of Remembrance”.

Diversi cittadini avevano segnalato l’anomalia di una bandiera non istituzionale, esposta insieme a quelle italiana, siciliana ed europea e così, nel pomeriggio dello stesso 20 novembre, il capogruppo leghista Igor Gelarda ha chiesto e ottenuto, dopo un braccio di ferro, la rimozione del vessillo transgender.

“Da esponenti della Lega e da cittadini siamo fortemente contro ogni forma di fobia e di violenza (omofobia, transfobia ed eterofobia), come del resto lo è la Lega nei suoi principi fondanti- affermano il capogruppo della lega al Palazzo delle aquile Igor Gelarda e il commissario provinciale Antonio Triolo. “Ed è massimo il nostro rispetto per la giornata contro la violenza sui trans che si è appena celebrata. Tuttavia e intollerabile e contravviene ad ogni regola, che il sindaco di Palermo abbia potuto autorizzare l esposizione della bandiera transgender sulle aste delle bandiere ufficiali di Palazzo delle aquile. Dove si possono esporre solo bandiere ufficiali. Per questa ragione, avvertiti da alcuni cittadini abbiamo chiesto che la bandiera venisse posta altrove. Cosa che è avvenuto poco dopo il nostro intervento, e la bandiera è stata posta su di un balcone, ripristinando di fatto quella che era la norma, continuano Triolo e Gelarda”.

“L’esposizione della bandiera del Movimento transgender sulle aste- Continuano i due esponenti della Lega- non è altro che l’ennesima forzatura fatta da chi affronta le tematiche da un punto di vista strettamente ideologico, di chi vuole imporre visioni del mondo e non risolvere problemi. A costo di violare norme e protocolli. Ricordiamo le esibizioni del sindaco Orlando in boa di piume di struzzo Rosa durante le conferenze stampa del gay pride ma anche i suoi comunicati contro Matteo Salvini od i proclami il favore della cancellazione delle frontiere. Tutti argomenti che nulla hanno a che fare con il ruolo per cui è retribuito dalla collettività.

“Ci chiediamo se i palermitani abbiano votato il sindaco per esibire i simboli di scelte ideologiche o per amministrare la città di Palermo, cosa che continua a non fare”, concludono Gelarda e Triolo .

LEGGI ANCHE:

Palermo: la bandiera della comunità trans esposta a Palazzo delle Aquile

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.