Condividi

Partecipate a Messina: il Comune le ridurrà da 14 a 6

lunedì 22 Gennaio 2018
atm-messina-comune

Il Comune di Messina ha deciso di dare una “sforbiciata” al numero delle Partecipate presenti ed attive sul territorio e con un piano di revisione straordinaria le ridurrà da 14 a 6. Il taglio alle società è stato prospettato dall’assessore allo sviluppo economico Guido Signorino. Tra le società che nel contesto del piano disposto dall’Amministrazione del sindaco Renato Accorinti verranno dismesse o liquidate c’è la Polisportiva, nata per gestire gli impianti sportivi, ma mai di fatto operativa, e poi la Nettuno, partecipata con l’ex Provincia per realizzazione di un porticciolo turistico. Stessa sorte per la Feluca, a suo tempo creata per gestire i servizi informatici del Comune; Analogo destino per la Sogepat, società di gestione del patto territoriale.

Il Comune di Messina, invece, manterrà le proprie quote nell’Azienda Trasporti di Messina (Atm), l’azienda speciale non verrà interessata dal piano di revisione; stesso discorso per Stu-Il Tirone: la società attende la revisione del piano industriale, sulla quale però grava un giudizio presso il tribunale delle imprese di Palermo; Gal-Peloritani: che consente al Comune l’accesso ai fondi europei per lo sviluppo rurale: ed Srr dove la partecipazione è imposta dalla legge regionale.

“L’approvazione da parte del Consiglio comunale del Piano di revisione straordinaria delle società partecipateha spiegato l’assessore Signorino – adempie a un obbligo indicato dalla Legge Madia in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche e definisce un indirizzo strategico di grande semplificazione per le partecipate dal Comune. Non tutti sanno che il Comune ha anche una quota pari allo 0,00000308 del Monte dei Paschi di Siena – continua Signorino – che verrà dismessa. La revisione delle società partecipate implica anche la cessazione di Ato Messina 3 e di Messinambiente, che – in applicazione della relativa delibera istitutiva – convergeranno nella MessinaServizi Bene Comune. Con Messinambiente vengono dismesse le aziende a partecipazione indiretta Somer e Tirrenoambiente“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.