Condividi

Lavoratori Messinambiente, i sindacati richiamano Accorinti “alle proprie responsabilità”

lunedì 22 Gennaio 2018
messinambiente

Le segreterie provinciali di Fit Cisl Uiltrasporti e Fiadel tornano a sollecitare una svolta per i lavoratori di Messinambiente e con nota inviata al sindaco Renato Accorinti, all’Amministratore Unico della società Messina Servizi, Beniamino Ginatempo e al liquidatore di Messinambiente Giovanni Calabrò, hanno chiesto con urgenza di procedere al transito del personale di Messinambiente ai sensi dell’art. 19 Legge Regionale 9/2010, alla luce dell’ufficialità della determina del 2 gennaio 2018 con cui la Srr ha definito le pratiche necessarie al transito dei dipendenti alla Srr Città Metropolitana.

“Non ci sono più scuse per procedere al transito dei 488 dipendenti di Messinambiente alla Srr – dichiarano Lillo D’Amico, Giacomo Marzullo e Piero Fotia, responsabili di Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel – e chiamano in causa direttamente Accorinti che, nel doppio ruolo di Sindaco di Messina e di Presidente della Srr dell’Area Metropolitana, ha l’obbligo di convocare le parti per avviare finalmente il transito dei lavoratori di Messinambiente alla Srr Messina Area Metropolitana prima di essere utilizzato dalla Società di Scopo Messina Servizi Bene Comune“.

“Ricordiamo – continuano i sindacalisti – che il Comune di Messina proprio in virtù del piano ARO presentato nel novembre 2014 ed approvato con apposito decreto della Regione Siciliana nel maggio 2015 deve far transitare il personale di Messinambiente ai sensi dell’art. 19 Legge Regionale 9 del 2010 e adesso che ci sono i tempi e le condizioni sollecitiamo il sindaco Accorinti a convocare le parti per adempiere agli obblighi che la legge impone“. I sindacati alzano il proprio “pressing” su Palazzo Zanca e le prossime settimane saranno, insomma, cruciali nella complessa e sin qui ancora incompiuta vicenda del previsto transito dei lavoratori di Messinambiente alla Srr dell’Area Metropolitana.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.