Condividi

Passante Ferroviario Palermo, vertice decisivo: edili in sciopero contro lo spettro incompiuta

martedì 13 Novembre 2018
protesta sis

Sciopereranno giovedì 15 novembre i lavoratori del Passante Ferroviario di Palermo. La decisione è stata presa all’unanimità stamattina, nel corso dell’assemblea svolta presso il cantiere della Sis di via Belgio.

Lo spettro incompiuta si fa sempre più concreto, dato che le Ferrovie non hanno ancora trovato un’intesa con il consorzio che dal 2008 ha in mano il mega appalto da 1,2 miliardi di euro. Nel frattempo i costi dei materiali sono lievitati, ma il prezziario è fermo a dieci anni fa. Ecco perché la Sis avrebbe deciso di gettare la spugna e recedere dall’appalto, anche per il contenzioso in essere da oltre 100 milioni di euro.

L’astensione dal lavoro degli operai avverrà quindi in coincidenza con la riunione che il 15 novembre si terrà alle ore 11 nella sede dell’assessorato regionale alle Infrastrutture di viale Leonardo da Vinci tra Rfi, Sis, le organizzazioni sindacali e l’assessore Marco Falcone.

I lavoratori terranno sotto la sede dell’assessorato un sit-in a partire dalle ore 9. L’incontro tra le parti  è stato fissato la settimana scorsa dopo che, per il forte pressing messo in atto dai  sindacati, i licenziamenti dei 216 operai che dovevano scattare in maniera graduale da fine ottobre sono stati messi in stand-by, in attesa dell’incontro di giovedì.

palermo“La proclamazione dello sciopero da parte dei lavoratori assieme alle organizzazioni  sindacali  ha l’obiettivo di accendere i riflettori sull’appalto del passante ferroviario per fare una volta per tutte  chiarezza – dichiarano i segretari di Feneal, Filca e Fillea Palermo Ignazio Baudo, Francesco Danese e Piero Ceraulo – Al tavolo chiediamo una decisione sul completamento del passante ferroviario, la nostra richiesta è che l’opera si completi nei tempi giusti, senza il bisogno di ricorrere a un nuovo appalto. Vogliamo conoscere la reale volontà  delle parti in causa sul proseguimento dei lavori”.

Per il completamento dell’opera mancano ancora da realizzare per intero quattro stazioni ferroviarie oltre allo scavo della galleria di vicolo Bernava. E il doppio binario previsto è ancora a un solo binario nella tratta dalla stazione d’Orleans alla stazione Notarbartolo.

“Riunire  tutti i soggetti intorno al tavoloaggiungono Fillea, Filca e Feneal – servirà anche a discutere dell’indirizzo  politico della Regione in merito alle infrastrutture da realizzare sul nostro territorio”.

 

LEGGI ANCHE:

Scandalo incompiute: dopo 10 anni di lavori il Passante di Palermo resterà incompleto

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Assessore Messina: “Maggio 2023, siciliani alle urne. Province? Legge entro l’anno e voto nel 2024” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Andrea Messina è l’ospite della puntata 226 di Bar Sicilia. Intervistato da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Messina ha parlato di diversi argomenti tra cui le prossime amministrative siciliane, dei tempi necessari al ripristino delle ex Province, delle difficoltà in cui versano i Comuni e delle…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.