Condividi
Unione Europea

Ponte sullo Stretto, l’europarlamentare Tardino: “E’ una sfida che si può vincere” CLICCA PER IL VIDEO

venerdì 3 Febbraio 2023

Il Ponte è una sfida che si può vincere e lo dico con cognizione di causa. Dimostreremo che anche in Sicilia si possono realizzare le grandi opere se c’è alla guida qualcuno che ha voglia di fare”. Non ha dubbi l’europarlamentare Annalisa Tardino, componente della Commissione Trasporti nel Parlamento Europeo e che sul Ponte sullo Stretto ha portato la voce dei siciliani a Bruxelles.

L’europarlamentare della Lega ha incontrato i giornalisti siciliani nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Bruxelles nella sede del Parlamento nell’ambito di un’iniziativa che ha visto anche la premiazione di due progetti presentati da giovani siciliani con soluzioni innovative nell’ambito del turismo.

“Sono stata prima firmataria negli anni scorsi della proposta in Commissione affinchè anche con le risorse del Pnrr si potesse realizzare il Ponte. La disponibilità da parte della Commissione c’è sempre stata ma a mancare, finora, era stata la volontà del governo nazionale d’inserirlo tra le priorità. Il governo Meloni, come ribadito dallo stesso ministro Salvini nel corso di un suo recente intervento a Bruxelles ha tra le priorità proprio la costruzione del Ponte. Posso dire quindi con soddisfazione che tutto il lavoro propedeutico fatto finora è adesso di grande utilità. Da siciliana aggiungo che so bene che il Ponte non è la panacea di tutti i mali ma da lì passa l’immagine ed il brand della Sicilia e quello sviluppo strutturale che non potrebbe esserci senza l’opera”.

L’europarlamentare ha affrontato anche le problematiche legate alla pesca ed ai numerosi divieti che penalizzano il settore in Sicilia con particolare attenzione per il tonno rosso e il gambero. Insieme alla Tardino in conferenza stampa si è parlato d’infrastrutture, continuità territoriale e turismo, con Marco Zanni, presidente del gruppo ID, Marco Campomenosi, capo-delegazione della Lega Salvini Premier.

Sulla siciliana Annalisa Tardino hanno puntato gli esponenti del gruppo ID (Identità e democrazia) in occasione delle elezioni per la sostituzione nel ruolo di vicepresidente della greca Eva Kaili dopo il suo arresto nell’ambito del cosiddetto Qatargate. Il Parlamento ha confermato vicepresidente un esponente del Ppe ma Annalisa Tardino, che partiva da una base di 70 voti ne ha ottenuti 185, un risultato che sia dal gruppo ID che dalla Lega stessa è visto come un importante crescita in termini di impegno e riconoscibilità del lavoro fatto.

Poco prima della conferenza stampa i due giovani premiati ed i giornalisti hanno avuto un breve incontro con la Presidente del Parlamento Europeo Roberta Mestola che ha aperto i lavori della sessione plenaria dell’1 febbraio.

Proponi la tua idea e vola a Bruxelles. Protagonisti in Europa” era il tema dell’iniziativa che ha avuto una grande adesione ed ha visto due progetti siciliani vincere puntando il primo sul connubio tra cibo, tradizioni e turismo e il secondo l’innovazione al servizio del sociale e degli anziani.

Il primo progetto è frutto di una lunga e appassionata riflessione di una ristoratrice di Licata, Chiara Sabella, mentre il secondo progetto – che renderebbe possibile portare la realtà virtuale nelle Residenza Sanitaria Assistenziali (RSA) – porta la firma di Clemente Cipresso, dipendente dell’Università di Catania. Entrambi sono stati presentati mercoledì scorso a Bruxelles e, sia pure in modo sintetico, hanno avuto modo d’illustrarli brevemente alla stessa presidente Metsola.

Abbiamo concluso questa iniziativa che ho portato avanti con il sostegno dal Gruppo Identità e Democrazia al Parlamento europeo –commenta l’eurodeputata Annalisa Tardino – . Lo stop alle visite al Parlamento, dovute alle misure di contrasto al Covid ci ha rallentato, ma non fermato. Ora che Bruxelles ha stabilmente riaperto le porte ai cittadini possiamo chiudere il cerchio, visto che lo scopo di Protagonisti in Europa è proprio quello di avvicinare, anche fisicamente, le istituzioni europee e i cittadini, raccogliendo i loro contributi, progetti e idee da utilizzare all’interno della più ampia riflessione sul futuro delle istituzioni Ue. Un’idea di Europa del futuro che possiamo e dobbiamo plasmare insieme, partendo dalle eccellenze dei nostri territori. Questi due progetti sono stati scelti perché mettono al servizio del sociale, in questo caso della cura degli anziani, le innovazioni tecnologiche e guardano alle tradizioni della nostra terra, a partire dal cibo, come volano per il turismo e la creazione di posti di lavoro”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.