Condividi

Qualità dell’acqua: avviata collaborazione tra Amap e Istituto Superiore di Sanità

venerdì 28 Gennaio 2022

Creare un sistema integrato di prevenzione di ogni possibile rischio di tipo sanitario e di sicurezza legato all’intero ciclo dell’acqua potabile, che vada oltre e sia posto a monte dell’attuale sistema di costanti e periodici controlli ordinari sulla qualità.
Questo l’obiettivo principale del “Piano di sicurezza dell’acqua – PSA” al quale l’AMAP lavorerà dai prossimi giorni con il supporto tecnico-scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il Piano, che si basa sulla Direttiva europea 2020/2184 sulla qualità dell’acqua e che segue le indicazioni fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute, “supera il concetto di controllo e monitoraggio come sono oggi intesi – spiega Alessandro Di Martino, Amministratore Unico di AMAP – con una nuova filosofia che mira soprattutto alla prevenzione sotto il profilo tecnico e operativo e ad un appropriato uso della risorsa idrica da parte dei cittadini”.

Il PSA, per la cui stesura si terrà la prossima settimana una prima riunione operativa fra i tecnici dell’azienda e gli esperti dell’Istituto di Sanità, si muoverà su 4 assi principali che corrispondono ad altrettanti obiettivi:
– la prevenzione di emergenze di tipo idrico-potabile, attraverso una valutazione di ogni possibile evento critico nelle sorgenti e negli invasi, agli impianti di potabilizzazione e lungo la rete di distribuzione, tenendo conto anche degli scenari che si stanno delineando con il cambiamento ambientale e climatico in atto;
– la tempestiva verifica di eventuali eventi di contaminazione, attraverso un sistema di monitoraggio, telecontrollo ed allarme anticipato;
– la protezione delle aree di captazione e delle sorgenti, con la predisposizione di piani condivisi con tutti gli enti e le istituzioni coinvolte;
– la messa in atto di condizioni adeguate per favorire la partecipazione dei cittadini in modo consapevole e attivo, migliorando strumenti e procedure di comunicazione ordinaria e di emergenza.

Tutto questo – spiega ancora Di Martino – avverrà ricorrendo necessariamente ad una reingegnerizzazione dei sistemi di raccolta e analisi dei dati, la costruzione di basi informative tramite le quali condividere informazioni non solo all’interno dell’azienda, ma anche e soprattutto con gestori, Enti ed Istituzioni che si occupano di monitoraggio e protezione del territorio e della salute nel nostro territorio”.

Proprio per l’ampiezza del lavoro previsto, in considerazione della dimensione assunta dall’Amap con i 44 comuni serviti nell’area metropolitana, il processo di stesura del Piano si svolgerà per gradi, partendo dal sistema acquedottistico dello Jato, che, alimentato dalle acque del lago Poma di Partinico, è a servizio dei comuni di Balestrate, Trappeto, Terrasini, Cinisi, Carini, Capaci e Isola delle Femmine, oltre che di un’ampia parte del capoluogo, con una popolazione servita di circa 150.000 abitanti.

Così come per il piano di sviluppo e investimenti strutturali – conclude Di Martino – la nostra prospettiva è stata tarata a realizzare un sistema che duri nel tempo, valicando certamente almeno i prossimi decenni anche tenendo conto dell’evoluzione del nostro territorio e delle condizioni climatiche, per dare ai cittadini la garanzia di poter usare una risorsa non soltanto pubblica, ma sicuramente di alta qualità e sicurezza”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Cateno De Luca si racconta a Donna Sarina: “Sono andato nell’aldilà e sono tornato” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della prima puntata del format web de ilsicilia.it “Donna Sarina” è Cateno De Luca, ex sindaco di Messina e leader dell’opposizione

BarSicilia

A Bar Sicilia, Nuccia Albano: “Al fianco dei deboli. Rdc? Siciliani chiedono lavoro”

E’ Nuccia Albano, assessore regionale alla Famiglia, Politiche Sociale e Lavoro, l’ospite della puntata numero 224 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, l’esponente della Dc ha fatto il punto sulle iniziative del Governo a sostegno dei disabili, delle vittime di violenza ma anche sugli interventi a sostegno dell’occupazione

La Buona Salute

La Buona Salute 61° puntata: Cancer Center

La 61^ puntata de La Buona Salute è dedicata al Cancer Center presso l’ARNAS Garibaldi di Catania, con nuovi spazi e tecnologia all’avanguardia per migliorare le prestazioni per i pazienti oncologici

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.