Condividi

“L’acqua del Parco non si tocca”, protesta dei residenti ad Altofonte

giovedì 23 Luglio 2020

Ad Altofonte monta la protesta dei residenti sulla gestione del servizio idrico.

I cittadini hanno iniziato a mostrare il proprio dissenso appendendo delle lenzuola con scritto “L’acqua ru Parco non si tocca“. Inoltre, è previsto per oggi alle 18:00 un incontro cittadino in cui i residenti discuteranno delle future iniziative da intraprendere per tutelare il proprio territorio.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO AD AMAP

Fra i motivi del contendere, spicca sicuramente l’affidamento della gestione della rete ad AMAP, nel ruolo di ente unico delle reti comunali.

Un anno fa, in consiglio comunale, l’assemblea ha votato all’unanimità per mantenere la salvaguardia delle acque della zona. Ma a quanto pare questo tutto ciò non è bastato.

L’ATI ha deciso di trasferire il servizio per mancanza dei requisiti. Come si legge infatti nella relazione presentata dall’Ati, vi sarebbe la “carenza dei presupposti di cui all’art.147 comma 2 d.lgs. 152/2006, ciò con particolare riguardo al requisito della tutela della fonte idrica impegnata, nonché quella del corpo idrico ricettore“.

Un problema sul quale proprio l’ATI si era riunita lo scorso giugno in una assemblea. In tal consesso erano presenti i sindaci di Altofonte (Angela De Luca), di Terrasini (Giosuè Maniaci), di Giardinello (Antonio De Luca), di Cinisi (Giangiacomo Palazzolo) e l’assessore Roberto Davì, in rappresentanza del comune di Borgetto. Un problema quindi che riguarda diversi comuni della provincia di Palermo e a cui si cerca una soluzione rapida.

Intanto, il gruppo di minoranza “Insieme per Altofonte” ha lanciato una petizione popolare con una raccolta firma. In essa, il movimento ribadisce il sostegno al primo cittadino ad intraprendere ogni iniziativa utile a mantenere la gestione delle acque locali. Inoltre, viene richiesto ad ATI di riconoscere la salvaguardia della gestione del servizio idrico.

Intanto, l’amministrazione comunale si sta già muovendo per difendere al meglio delle sue possibilità i diritti della propria cittadinanza.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.