Condividi

Ricerca, il Ministro Messa al Cnr: le opportunità del PNRR in Sicilia | VIDEO

venerdì 23 Luglio 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

“Con il Pnrr finanzieremo moltissimo la ricerca e partiremo coi bandi già quest’estate. Sulla ricerca abbiamo 11 miliardi in 5 anni circa”. Lo ha detto il Ministro  dell’Università Maria Cristina Messa, nel corso di un incontro al Cnr di Palermo sul tema “Pnrr: prospettive di ricerca e sviluppo in Sicilia”.

Il  Ministro ha spiegato che si tratta di ricerche che hanno una filiera che va dall’università all’industria e in questo senso l’interesse della Regione sarà variegato. La Regione stessa con i propri centri a proporsi su una delle filiere Presente all’incontro, l’assessore regionale all’Istruzione alla Formazione Professionale Roberto Lagalla che ha fatto il punto sulla Rete regionale e sugli obiettivi da raggiungere. “Garantire il diritto allo studio, investire nella ricerca e puntare a un nuovo modello formativo attraverso la valorizzazione del digitale. Una sfida che la Sicilia non può perdere per sfruttare nel miglior modo possibile le risorse messe a disposizione dal Pnrr”. Per ottenere questo risultato servirà la sinergia di tutti i soggetti pubblici e privati che concorrono allo sviluppo della Sicilia e operare attivamente per un’azione interna della classe dirigente che porti a una maggiore semplificazione burocratica.

“L’Italia – ha aggiunto Lagalla – si trova in un momento importante per poter saldare gap infrastrutturali, ritardi e disuguaglianze sociali, ma soprattutto per valorizzare il capitale umano cogliendo nuove opportunità attraverso l’uso responsabile dei fondi messi a disposizione dal Piano nazionale di ripresa e resilienza”.

Per il Ministro Messa, gli strumenti previsti dal Pnrr avranno un grande impatto sulla Sicilia, sottolineando la qualità sia  del sistema universitario e formativo, sia di quello della ricerca. “La Sicilia – dice il Ministro – ha messo a punto diversi sistemi di ricerca su varie tematiche, dal mare all’energia, all’eolico per fare degli esempi. Vorrei che questi fondi servissero a fare sistema e tradurre i risultati della ricerca in utilità per tutti i cittadini”.

Presenti anche il presidente del Cnr, Maria Chiara Carozza, il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, il presidente del Crus, il Comitato regionale delle università siciliane, Giovanni Puglisi“Ricerca e università – ha detto Puglisi – non sempre sono riuscite a stare insieme nella sinergia dei progetti. Oggi il problema è riuscire a dare ai progetti un time table che sia credibile. Bisogna partire dalla cultura della realizzazione e dell’attenzione dei progetti”.

A margine dell’incontro si è parlato anche di green pass e del ritorno a scuola in presenza, una scelta prioritaria per Messa che sull’obbligo vaccinale ha dichiarato: “Non mi piacciono gli obblighi ma credo sia veramente una responsabilità di tutti fare in modo che bambini e ragazzi possano tornare a scuola dopo avere visto le conseguenze della pandemia sui più giovani”.

Sullo stesso tema Lagalla ha detto: “La mia posizione sfiora la previsione dell’obbligatorietà sul vaccino in ambito scolasticoAttendiamo  le determinazioni del Cts nazionale, fermo restando che esiste un problema vero che è quello della tutela degli operatori scolastici e studenti”.

 

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.