Condividi

Rifiuti, strade dissestate, nessuna manutenzione: Palermo città dimenticata

domenica 27 Gennaio 2019

Strade dissestate a Palermo, ad essere incriminata non è soltanto una via, ma praticamente c’è un città in ginocchio da questo punto di vista, almeno questo è quello che si evince dalle segnalazioni quotidiane che provengono dall’associazione comitati civici Palermo e da tutti i residenti che a loro si rivolgono.

Strade dissestate a Palermo, ad essere incriminata non è soltanto una via, ma praticamente c'è un città in ginocchio da questo punto di vista.
via Divisi

Un residente, per esempio, ha segnalato “Il pericolo per i pedoni, per i ciclisti e per i conducenti di mezzi motorizzati causato dal basolato fortemente dissestato di via Divisi, la situazione è veramente disastrosa e necessita di interventi urgenti” scrive l’associazione riportando la segnalazione.

E ancora “Un tombino pericolosamente dissestato in via Li Bassi, angolo via Cesalpino, nella zona del villaggio Santa Rosalia, il dislivello è di almeno 10 cm“.

Ma non finisce qui perchè in via Enrico Toti, angolo via Francesco Porcelli, “è stato eseguito un intervento da Amap, meno di 2 mesi fa. Un raccordo fognario eseguito in tutta fretta, senza mettere gli appositi cartelli per avvisare i residenti, uno scavo, la posa dei tubi e poi il rifacimento del manto stradale. Ci chiediamo, da cittadini contribuenti, se sia normale lo stato dell’asfalto “ripristinato” dopo meno di 60 giorni dai lavori“.

Via Toti

A parte il pericoloso brecciolino presente, nonostante le cure di un residente che ogni giorno spazza e raccoglie con la paletta il materiale, l’intera area rattoppata presenta buche, fessure, voragini che si sono già riempite di fango, come mostrano chiaramente le foto scattate oggi da un residente. L’intera area è pericolosa per i passanti che, numerosi, si recano all’ufficio postale e nella vicina farmacia. Chiediamo un intervento urgente per ripristinare le condizioni di sicurezza dell’area“.

rifiuti
via del Bastione

Ovviamente non posso mancare i rifiuti che ostruiscono i marcia piedi, impedendo il passaggio sicuro dei pedoni, “Ci troviamo in via del Bastione, in pieno percorso arabo/normanno, una strada giornalmente attraversata da centinaia di turisti che vanno ad ammirare le bellezze del Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina. Ecco come la città accoglie i turisti, con questa vergognosa discarica di rifiuti” scrive un residente.

via Turrisi

Un residente segnala la situazione di dissesto del manto stradale e dei marciapiedi di via Nicolò Turrisi, soprattutto in corrispondenza degli armadi TLC e dei pozzetti Sitel, che lascia pochi dubbi sul motivo di questo dissesto“.

“Chiediamo un intervento sollecito al fine di eliminare gli evidenti pericoli per i pedoni e per i conducenti di veicoli, soprattutto di quelli a due ruote”.

Ma per raccontare e scrivere riguardo il “campo di bombardamento” che è diventato la nostra città non basta un articolo, lo si vede ogni giorno.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.