Condividi
La nota

Salta l’obbligo di assunzione per gli enti di formazione, i sindacati: “Auspichiamo confronto con Turano”

giovedì 21 Marzo 2024

Sull’obbligo da parte degli enti di formazione professionale di avere una pianta organica per ogni sede l’Assemblea regionale siciliana butta il bambino con l’acqua sporca“. Lo dichiarano Michele Vivaldi, Honorè Federico e Ninni Panzica, responsabili regionali della formazione professionale di Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola Rua.

Ieri è stato approvato un emendamento che elimina l’obbligo, introdotto nell’ultima legge di stabilità regionale, per gli enti di formazione di assumere in ogni loro sede un direttore, un amministrativo, un tutor e un ausiliario a tempo pieno e indeterminato. “Condividiamo la necessità di modificare l’obbligo imposto agli enti – spiegano – poiché economicamente insostenibile. Tuttavia chiedevamo una soluzione che conciliasse le esigenze degli enti con quelle dei lavoratori di avere un lavoro a tempo pieno e indeterminato. Si sarebbe, ad esempio, potuto prevedere una pianta organica parametrata sulla base dei finanziamenti ricevuti e relativamente ai corsi di istruzione e formazione professionale. Così facendo si sarebbe posto rimedio ad una norma che rischiava di far collassare il sistema e mortificare i diritti dei lavoratori. Invece la politica ha deciso, ancora una volta, di fare di testa propria, senza ascoltare le istanze delle parti sociali“.

Oggi – concludono i sindacati – occorre una riflessione tra politica e corpi intermedi. Quanto avvenuto sia l’occasione per rilanciare un patto sociale sulla formazione professionale in Sicilia. Un settore che a fronte di ingenti finanziamenti vede un’altissima percentuale di personale contrattualizzato a tempo parziale”. “Auspichiamo che l’Assessore Turano avvii un percorso di confronto, coinvolgendo attivamente le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali per adottare misure condivise e efficaci per il settore, garantendo innanzi tutto trasparenza nelle procedure a partire dalla selezione del personale“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.