Condividi
Il messaggio

Santa Rosalia, il richiamo di Papa e Arcivescovo: “In città problematiche dolorose”

martedì 9 Luglio 2024

Il messaggio pontificio è stato diramato intorno a mezzogiorno mentre a Palermo la conferenza stampa del festino con l’Arcivescovo Lorefice e il sindaco Lagalla era alle battute finali. Papa Francesco non ha usato mezzi termini e rivolgendosi ai fedeli palermitani che si apprestano a celebrare il 15 luglio il 400esimo anniversario del ritrovamento delle Reliquie di Santa Rosalia e parla chiaramente di “problematiche dolorose” che “ostacolano la rinascita della città”.

Nel messaggio che il Pontefice ha indirizzato all’Arcivescovo di Palermo ci sono però anche parole di incoraggiamento, rivolte in particolare alla Comunità ecclesiale: “Chiesa di Palermo alzati! Sii faro di nuova speranza, sii Comunità viva che rigenerata dal sangue dei Martiri dia testimonianza vera e luminosa di Cristo nostro Salvatore. Popolo di Dio in questo lembo di terra benedetto, non perdere la speranza e non cedere allo sconforto”.

Cardinale Pietro Parolin

Un messaggio importante con cui il Papa ha voluto far sentire la propria vicinanza alla Chiesa palermitana nel quarto centenario del ritrovamento delle reliquie della Santuzza, una vicinanza che si manifesterà anche nella presenza a Palermo il prossimo 15 luglio del Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, che presiederà il solenne Pontificale nella Cattedrale di Palermo in occasione della festa liturgica di Santa Rosalia.

E  ieri a far eco alle parole di Papa Francesco è stato l’Arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice che alla presentazione del programma ha chiamato le problematiche dolorose per nome: “Rosalia è la speranza di una città ferita dalla violenza, dalla diffusione della droga, dalla disoccupazione, dalle degradate periferie urbane e spirituali, da un centro storico che rischia di essere un grande pub. Ma non basta la convivialità gastronomica, si deve offrire anche la convivialità spirituale”.

E poi l’appello di Lorefice ai palermitani che “hanno il privilegio di vivere a Palermo” a “vivere Palermo nel modo più onorevole possibile” perché “se si dimenticano responsabilità e corresponsabilità, la città non si sviluppa ma perisce”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.