Condividi
Il fatto

Sbarchi a Lampedusa, soccorsi tre natanti

mercoledì 10 Luglio 2024

Quarantacinque migranti sono sbarcati fra la tarda serata di ieri e la notte a Lampedusa, dopo che sono state soccorse tre imbarcazioni.

Sette tunisini, di cui sei minorenni, sono stati trasbordati dal barchino di 6 metri sul quale viaggiavano dai militari della motovedetta V1302 della guardia di finanza. Stessa unità di soccorso che ha salvato 24 marocchini e siriani che erano su un natante partito da Kerkenna, in Tunisia. La motovedetta dell’assetto danese di Frontex ha invece bloccato 14 tunisini che a loro dire sarebbero salpati da Djerba. I tre gruppi sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove, al momento, ci sono 242 ospiti.

Altri cinque sbarchi in giornata con un totale di 192 migranti, nel giro di poche ore, a Lampedusa. A soccorrere i natanti, partiti dalla Tunisia e dalla Libia, sono state le motovedette dei carabinieri, dell’assetto romeno di Frontex, della Capitaneria e della guardia di finanza. A bordo 22, 20, 50, 57 e 43 bengalesi, egiziani, siriani ivoriani, guineani, nigeriani, malesi. I gruppi, composti anche da donne e bambini, hanno riferito di essere salpati da Sabratha, Zwara e Tajura in Libia e da Sfax in Tunisia. Tutti sono stati già portati all’hotspot di contrada Imbriacola.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.