Condividi

Scontro Regione-Corte dei Conti, Musumeci atteso all’Ars

mercoledì 21 Novembre 2018
palazzo dei normanni

Dopo il congelamento dei lavori d’Aula di ieri, l’Ars tornerà a riunirsi oggi alle 16 per ascoltare il Presidente della Regione Nello Musumeci che arriverà a Sala d’Ercole per riferire sul rendiconto 2017. Per il momento resta comunque molto vago ciò che accadrà a Sala d’Ercole dopo quanto successo ieri, con lo scontro tra la sezione di controllo della Corte dei conti per la Sicilia e il governo regionale sul Rendiconto generale. All’ordine del giorno dell’Aula c’era appunto la discussione generale sul documento. I lavori, però, sono stati rinviati, dal momento che il testo è stato contestato in mattinata dai giudici contabili perché diverso da quello che a luglio aveva ottenuto il giudizio di parifica.

Poco altro è stato determinato dalla Conferenza dei capigruppo, dopo la sospensione dei lavori, che era stata convocata per capire come ci si sarebbe dovuti comportare. E se dai banchi dell’opposizione arrivano stilettate sia da Giuseppe Lupo del Pd, che accusa il governo di inadeguatezza per non essersi presentato all’adunanza pubblica, con il solo ragioniere generale Giovanni Bolognaa metterci la faccia‘, che dal M5S, che parla di ‘gravità inaudita‘ e manifesta ‘preoccupazione‘ per le sorti della Regione, meno atteso è il ‘fuoco amico’ di Gianfranco Micciché.

Il presidente dell’Ars prima bacchetta l’esecutivo regionale, colto in fallo sul galateo istituzionale – “Non si fa. Se ci fosse stato il governo stamattina si sarebbero subito risolti i problemi” -, poi punzecchia sui rischi dei ritardi che si potrebbero determinare sulla sessione di bilancio: “Non possiamo rischiare di pagare in ritardo gli stipendi di Natale“. Le possibili ripercussioni, secondo il presidente dell’Ars, potrebbero ricadere sulla Finanziaria regionale, non ancora approdata a Sala d’Ercole, e che deve essere approvata entro il 31 dicembre.

Dal governo, è l’assessore all’Economia Gaetano Armao che stempera: “Una tempesta in un bicchiere d’acqua, la questione sarà risolta. Si tratta soltanto di una differenza di interpretazione tra noi e la Corte rispetto all’iter da seguire – rassicura Armao -, risolveremo tutto“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Boom di fumatori post Covid, Vitale: “Aumentate insicurezze sociali” CLICCA PER IL VIDEO

Più di 300 milioni di persone in tutto il mondo fumano e un terzo degli adolescenti è oggi consumatore di sigarette tradizionali e/o di sigarette elettroniche.

BarSicilia

Bar Sicilia, Raoul Russo zittisce il pettegolezzo: “Matrimonio solido tra FdI e Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Partito da Roma, arriva a Bar Sicilia Raoul Russo, intervistato da Maurizio Scaglione e Maria Calabrese. Il senatore palermitano, che siede tra le fila del partito di Giorgia Meloni, è stato nominato come componente della Commissione bicamerale Antimafia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.