Condividi
Il monitoraggio

Stromboli (ME), un’esplosione nella parte sommitale del vulcano provoca un vasto incendio: intervento dei Canadair

giovedì 4 Luglio 2024

Un evento esplosivo superiore alla norma dal settore craterico di Sud Ovest è stato registrato alle 14:11 di oggi sullo Stromboli (ME) dalla rete di monitoraggio del Laboratorio di Geofisica Sperimentale.

I lapilli hanno innescato un piccolo incendio in località Forgiavecchia. Sul posto sono in arrivo Canadair per spegnere il fuoco. A seguito dell’evento esplosivo non si registrano variazioni significative dell’attività esplosiva e dei parametri monitorati.

Ieri la rete di monitoraggio aveva registrato sul vulcano una tracimazione lavica a carico dell’area craterica Nord, interessata da un’intensa attività di spattering.

Stromboli

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania, comunica che dall’analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza e da informazioni da personale sul posto, a partire dalle 16.10 è stato osservato un nuovo flusso lavico ben alimentato dall’area craterica Nord, prodotto da una bocca posta a quota 700 metri sul livello del mare, che si propaga lungo la Sciara del fuoco.

Il fenomeno ha prodotto dei flussi piroclastici e causato il rotolamento di materiale lavico lungo la stessa e fino alla linea di costa. L’ampiezza media del tremore vulcanico nel corso della mattinata si è mantenuta su un livello alto e alle 14.20 circa ha raggiunto un livello molto alto. Successivamente, è stato osservato un decremento dei valori di ampiezza che in ogni caso permangono su un livello alto.

I sismogrammi hanno evidenziano nelle ultime ore numerosi ‘transienti’ di modesta ampiezza, della durata di pochi minuti, probabilmente associati a fenomeni di flussi piroclastici e rotolamento di rocce lungo la Sciara del fuoco.

L’analisi dei dati delle reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo non evidenzia variazioni significative alle stazioni Gnss ad alta frequenza e clinometrica.

 

IL MONITORAGGIO: GLI AGGIORNAMENTI

 

Ore 19:22 – L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, comunica che alle 16.18 si è verificato sullo Stromboli un flusso piroclastico che si è rapidamente sviluppato lungo la Sciara del fuoco raggiungendo la linea di costa e propagandosi in mare per diverse centinaia di metri.

È possibile altresì osservare che il flusso lavico prodotto dalla bocca posta a quota 700 metri sul livello del mare e che si propaga lungo la Sciara del Fuoco ha raggiunto la linea di costa.

Il flusso lavico è tuttora ben alimentato. Dalla Sciara del Fuoco si solleva una colonna di cenere che raggiunge l’altezza di circa due chilometri. Alle 16.17 si è inoltre osservato un repentino e vistoso incremento dell’ampiezza del segnale sismico che si è portata su un livello molto alto su cui attualmente permane.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.