Condividi

Targa Florio, conclusa l’autopsia. “Serve esame sul cuore del pilota morto”

mercoledì 26 Aprile 2017
Gemma e Mauro Amendolia
Gemma e Mauro Amendolia

Si dovranno attendere gli esiti degli esami sul corpo del pilota Mauro Amendolia per conoscere la verità sull’incidente che ha funestato l’edizione numero 101 della Targa Florio. L’autopsia eseguita dal medico legale Antonietta Argo, disposta dal pm di Termini Imerese Paolo Napolitano, non ha chiarito se Amendolia sia stato colto da malore mentre si trovava alla guida della Mini Cooper uscita fuori strada in un rettilineo lungo la provinciale 54, nel territorio di Isnello (Pa), nel corso della terza prova speciale del rally.

Nell’incidente è morto anche il commissario di gara Giuseppe Laganà, mentre la copilota, la figlia di Amendolia, Gemma, è ancora in coma al Civico di Palermo. Per chiarire il quadro sarà necessario attendere gli esami istologici sui tessuti del cuore prelevati nel corso dell’autopsia.

Nel corso dell’esame è emerso che il pilota ha subito un forte trauma cranico e il casco non è riuscito ad attutire il colpo. Sulla giovane i coma, i medici spiegano che “in queste ore è stata eseguita una risonanza magnetica nucleare che ha evidenziato zone di ischemia cerebrale. Si è proceduto a tracheotomia per supportare l’attività respiratoria. Stabili i parametri emodinamici. La prognosi è riservata“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.