Condividi
Indagini in corso

Tragedia a Villabate (PA), auto finisce contro un muro: muore bimba di tre anni

domenica 7 Luglio 2024

La scorsa notte a Villabate, alle porte di Palermo, una bambina di tre anni è morta in un incidente stradale. L’auto, una Volkswagen Polo, condotta dal padre della piccola, Rosario Brusa, un fabbro di 40 anni, percorreva la via Natta ed è finita contro un muro nei pressi di un sottopasso dell’autostrada e poi in una in una strada sterrata.

La bambina, Aurora, era in auto viaggiava con la famiglia: con lei c’erano anche la madre e il fratellino gemello, rimasti illesi come il padre. Pare che la piccola viaggiasse in braccio alla mamma, l’urto è stato fatale: portata in ospedale dai sanitari del 118, è morta appena giunta nel nosocomio di Palermo.

Secondo le prime indagini condotte dai militari, il padre della bimba aveva un tasso alcolemico superiore al limite di 0,50 microgrammi per litro. Guidava senza patente, perché ritirata, e la vettura era senza assicurazione.

La famiglia stava tornando da una serata trascorsa in una pizzeria sul lungomare di Aspra. Sulla vettura guidata da Brusa viaggiavano la moglie, il gemello di Aurora e il fratello quattordicenne, che aveva da poco telefonato ai genitori perché era rimasto in panne col proprio scooter a Ficarazzi, a pochi chilometri da Villabate. Al momento dell’incidente tutta la famiglia era in auto.

I carabinieri della compagnia di Misilmeri stanno cercando di capire la dinamica dell’incidente per stabilire come sia morta la piccola Aurora.  La versione dell’uomo sarà verificata dalle indagini condotte dai militari, che hanno interrogato marito e moglie e compiuto i rilievi, mentre la procura ha aperto un fascicolo e Brusa rischia un’incriminazione per omicidio stradale.

La salma della bimba si trova all’istituto di medicina legale per eseguire l’autopsia disposta dalla procura.

 

Sindaco di Villabate: “Una comunità sconvolta”

A Villabate ricordano che due anni fa lo stesso automobilista, a bordo di una Fiat Punto, alle dieci del mattino finì contro quattro auto parcheggiate in viale Europa. Adesso rischia la denuncia per omicidio stradale.

“Siamo davvero sconvolti per quanto successo – dice il sindaco Gaetano Di Chiara – Una notizia che non vorremo mai ricevere. Esprimo il cordoglio della comunità. Quanto successo deve fare molto riflettere sui rischi che si corrono quando ci si mette alla guida”.

 

Osservatorio Asaps: “Deve tornare reato la guida senza patente”

La bimba di tre anni morta nell’incidente stradale nel Palermitano è la dodicesima piccola vittima della strada nel 2024 secondo il bilancio dell’Osservatorio Asaps Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale. Alla guida dell’auto il padre, che aveva bevuto, era senza patente e assicurazione, “aggravanti dell’omicidio stradale”, nonché “comportamenti gravissimi che meritano provvedimenti straordinari che non vediamo all’orizzonte”, commenta il presidente Asaps, Giordano Biserni.

“Anzisottolineaal Senato va a rilento l’approvazione del disegno di legge sulla riforma del codice della strada. Deve tornare reato penale la guida senza patente, troppi gli omicidi stradali commessi da chi la patente non l’ha mai conseguita oppure di chi avuto la revoca per gravi comportamenti alla guida”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.