Condividi
Il neo commissario

Trapani, Ferdinando Croce illustra la via del cambiamento “per un’Asp più performante” CLICCA PER IL VIDEO

giovedì 28 Marzo 2024

Lavorare in sinergia, comunicare, raccontare il bello e sviluppare nuovi modelli.

Ferdinando Croce, neo commissario straordinario, pieno di entusiasmo, ha esposto oggi, 28 aprile 2024 il suo progetto per l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani. La visione è tutta positiva.
Dopo un’esplorazione e analisi, in 60 giorni di mandato, tralasciando i problemi comuni del Sistema sanitario nazionale, l’Azienda è per Croce in linea su più fronti nel territorio.

“Dopo un’analisi a 360° ho avviato stabilizzazioni e attività che erano definite dal mio predecessore. Sto dando attenzione a tutti i presidi e a tutto il territorio. la dimensione trapanese consente di sviluppare nuovi modelli organizzativi, assistenziali e clinici. Inoltre, sto formulando nuove proposte innovative che voglio sottoporre alla Regione. Fondamentale è la sinergia con tutte le istituzioni e la comunicazione per rendere l’azienda attrattiva perché esistono vari aspetti positivi che bisogna far conoscere meglio ai cittadini, valorizzando il personale“.

Per quanto riguarda le criticità come la radioterapia e l’ematologia, il commissario sta lavorando in sinergia su più fronti. In merito di carenza di personale, oltre le stabilizzazioni già avviate, gli avvisi pubblici hanno avuto una grande risposta e presto si procederà alle assunzioni. Liste d’attesa: anche qui delle piccole migliorie che verranno agevolate dal nuovo e giovane personale e da una sempre più digitalizzazione.

Il progetto di Croce non si ferma qui. “L’Asp di Trapani punterà su una sempre più umanizzazione delle cure e ruolo fondamentale avrà anche la formazione, con collaborazioni con le Università, tra offerta scientifica e didattica, ma anche ricerca del bello con tutto ciò che è in correlazione con la salute quindi: sport, arte e cultura. Inoltre, stiamo lavorando su progetti comunitari coinvolgendo le terre del Sud d’Europa utilizzando anche la telemedicina. In questo contesto puntiamo a sviluppare anche un cambiamento culturale per dare agli stranieri l’equità delle cure, come per i nostri cittadini”.

Leggi anche

Asp Trapani, Croce: “Chiudiamo il capitolo delle stabilizzazioni. Pronti a rendere l’Agenzia più attrattiva”;

Asp Trapani, al via il processo di digitalizzazione in tutti gli ambiti aziendali

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.