Condividi

Vincono Parma,Frosinone e Venezia. Palermo 4° ma Pomini chiede di non mollare (VIDEO)

martedì 1 Maggio 2018

Il Parma supera 2-0 la Ternana, prossimo avversario del Palermo e con un piede ora in serie C , e vola al secondo posto in classifica da solo staccando il Palermo che con un improbabile 4-4-2 e con una sola punta e Coronado ancora lontano dalla porta non va oltre il pari e fallisce un’altra occasione per rimanere agganciato al secondo posto con il Parma ed alla promozione diretta, il Frosinone batte il Brescia 2-1 al Rigamonti e lo fa grazie al gol di Ciano in pieno recupero.

Vince anche il Venezia (fa festa per 2-0 contro la Pro Vercelli), pari senza reti tra Carpi-Empoli e Pescara-Cesena.

Il Foggia supera 2-1 lo Spezia mentre tra Virtus Entella e Ascoli è 1-1.

Stesso risultato in Cremonese-Novara, che vede protagonista Macheda: prima il gol e poi il rosso.
Mentre scriviamo il Perugia è sotto di un gol con la Salernitana.

Ma nonostante tutto fa bene Pomini a dire di crederci perchè in ogni caso , visto che basterebbe che perdessero Parma e Frosinone il prossimo turno e vincesse il Palermo per tornare i rosanero al secondo posto e che in ogni caso il terso posto utile passa attravrso gli spareggi che potrebbero essere vinti facilmente solo che giocassimo per vincere e mandassimo in campo i rosanero con il 3-4-3 visto che in considerazione delle loro caratteristiche e delle partite vinte la squadra ideale sarebbe Posavec, Szyminski, Dawidowicz, Rajkovic o Bellusci ; Rispoli , Muravski, Gnahorè, Rolando; La Gumina, Nestorovski e davanti a loro Coronado a fare il vuoto in area.

Un’ultima considerazione ma se schieriamo Rispoli in difesa con Aleesami di che cosa vogliamo parlare visto che ci tarpiamo le ali da soli … ? Dovevamo giocare per vincere ma abbiamo messo fuori gioco i nostri tornanti ed una folla di giocatori a centrocampo e solo Nino davanti …. tutto il campionato ancora non l’avete capito che ha detto che quando giochiamo con tre punte e di queste Coronado in area non ce n’è per nessuno ?

E dire che una mossa vincente almeno era stata fatta lasciare in panchina Jajalo perchè diversamente con lui in campo con questa squadra schierata così male ieri avremmo anche perso.

Ma torniamo a Pomini e concordiamo che nulla , nonostante tutto sarebbe perduto, se solo veramente si metteranno i giocatori nei loro ruoli corretti a svolgere i compiti giusti per andare a fare gol e dimenticandosi il 4-4-2 e 3-5-2 che poi come con Tedino, anche ieri, in certi momenti anzichè essere in realtà il 10-0-0 , immaginiamo fosse per loro uno sbilanciatissimo e pericoloso 9-1-0.

Quando è entrato Moreo che non è un tuono di fulmine e non è neanche un decimo di Nestorovski ma un attaccante di ruolo e Coronado si è spostato più avanti sono arrivate gol ed altre occasioni da gol .

e la dimostrazione a quanto diciamo ….. è al 24′ su cross di Rispoli occasione sprecata da Moreo di testa da distanza ravvicinata poi lancio lungo di Rajkovic, sponda di testa di Moreo per La Gumina che anticipa Gyomber e con il destro da distanza ravvicinata supera Micai e porta in vantaggio il Palermo.

Ed una recriminazione la aggiungiamo pure quando poco prima dell’intervallo non ci è stato assegnato un chiaro per noi rigore per una spallata energica di Gyomber su Rolando in area di rigore: l’arbitro valuta però il contatto regolare e non concede il penalty.

Sfortunati poi anche quando al 25′ Rispoli mette un bel cross in area per La Gumina che non trova l’impatto. Nel finale di primo tempo Coronado vicino al gol con un’azione delle sue , finalmente giocando in area, che lo portano alla conclusione deviata in corner.

Al 42′ espulso Marrone per doppia ammonizione è Fiordilino vicino al raddoppio con un tiro dal limite dell’area.

Come abbiamo scritto i giocatori erano quelli giusti ma come al solito messi in ruoli non adatti a loro e rendere al massimo per la migliore resa della squadra. Mettiamo da parte quello che potrebbe essere dopo avere avuto il tempo di provare altre soluzioni ed avendo i giocatori adatti e non adattati e lasciamo fare ai giocatori però schierandoli in campo con un modulo tattico che non li mortifichi o che li porti alla fine a stressarsi perchè non è stata la palla a correre molto ma loro.
Ma sentiamo cosa dice Pomini al termine della partita .

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.