Condividi
L'udienza

Vittoria (RG), appicca il fuoco alla casa con i familiari dentro: convalidato il fermo

lunedì 17 Giugno 2024

Si è svolta questa mattina nel carcere di Ragusa l’udienza di convalida del fermo di Polizia giudiziaria nei confronti di Wajdi Zaouali, il trentenne di origine tunisine che a Vittoria, nel Ragusano, ha sterminato la sua famiglia appiccando il fuoco alla casa di via dell’Unità.

La madre, Mariem Sassi, di 55 anni e la figlia maggiore, Samah Zaouali, di 34, sono morte a poche ore l’una dall’altra, il 13 giugno scorso. Il padre Kamel Zaouali, membro del direttivo della comunità islamica di Vittoria e la figlia minore Omaima, di 19 anni, sono ancora ricoverati in rianimazione a Palermo e a Catania.

Il giudice per le indagini preliminari Vincenzo Ignaccolo ha convalidato il fermo dell’uomo accusato di aver ucciso la madre Mariem Sassi e la sorella Samah Zaouali, 34 anni. L’uomo avrebbe appiccato il fuoco nella casa di famiglia, in piazza Unità, dopo aver cosparso di liquido infiammabile gli ambienti.

Nell’udienza di stamattina, alla presenza del pm Martina Dall’Amico e del difensore Giovanni Ascone, Wajdi ha fatto delle ammissioni e ha risposto alle domande del magistrato. Ascone aveva chiesto una misura meno afflittiva e, in subordine, il collocamento in una struttura sanitaria in condizioni di sicurezza o la detenzione in un carcere dotato di sezione psichiatrica. Il giovane infatti era stato in cura al Dipartimento di salute mentale.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.