Condividi

Ztl, valanga di multe in arrivo. Federconsumatori protesta: “Il sistema non è valido”

mercoledì 10 Gennaio 2018
Ztl (Foto Twitter, Giusto Catania)
Ztl (Foto Twitter, Giusto Catania)

ZTL: È preoccupante la valanga di multe che stanno per essere notificate”. Federconsumatori chiede l’installazione di stalli e segnaletiche di avviso inizio/fine chiusura varchi.

Mappa ZTL Palermo - ANSA CENTIMETRI
Mappa ZTL Palermo [ANSA CENTIMETRI]
Un cittadino che abita nella ZTL ha appurato che sta per avere notificate oltre 40 multe. Un pallido esempio di quel che si sta riversando nelle case di tanti cittadini che, ignari e/o consapevoli, hanno attraversato la ZTL senza e/o con il pass scaduto. Spesso, però, si tratta di malcapitati cittadini che raccontano di essere entrati nella ZTL cittadina nella convinzione che, come indicato dai propri orologi, fossero già trascorse le ore 20,00, e non, come invece riportato sul verbale,che  fossero ancora le ore 19,59 o le 19,58″.

“Una cosa è comunque certa: il sistema di segnalazione ai varchi non è sufficientemente valido ribadisce Lillo Vizzini di Federconsumatori Palermo “perché siamo certi che una buona percentuale di multe sono dovute a distrazione o disinformazione”.

I detentori di molteplici notifiche di multe sono molto spesso cittadini residenti all’interno della ZTL, che per distrazione, hanno ritardato il rinnovo del pass, beccandosi più multe durante la giornata.

“Bisogna aumentare e migliorare la segnaletica – aggiunge Vizzini – . In tutte le città dove vige la ZTL, e da tanti anni, gli ingressi sono dei veri e propri varchi e sono segnalati da un sistema ben visibile di semafori. A Palermo, se sei distratto, non ci fai caso che stai entrando in ZTL. E inoltre, così come per le multe per eccesso di velocità c’è la tolleranza del 5%, bisogna introdurre un minimo di tolleranze per l’orario di inizio e fine. Si eviterebbero fastidiosi contenziosi per minuti“.

“È quindi evidente che la mancanza nel sistema di rilevamento elettronico delle infrazioni, o di un semaforo ovvero di appositi avvisi” puntualizza l’avvocato Mario Maruca, coordinatore dell’Ufficio Legale di Federconsumatori, “rende incolpevole l’errore di coloro che, privi di permesso, entrano nella ZTL a ridosso degli orari di attivazione o, come la maggior parte dei casi, di disattivazione”.

Complimenti ad Orlando – tuona la consigliera Sabrina Figuccia – . Il sindaco ha raggiunto pienamente il suo scopo, quello di rimpinguare le sempre più vuote casse del Comune spennando i palermitani con le multe della Ztl. E lo dimostrano, purtroppo molto chiaramente, i numeri mostruosi delle sanzioni inflitte agli automobilisti, centinaia di migliaia, che permetteranno a Palazzo delle Aquile di incassare milioni di euro. Finalmente, il vero volto della Ztl è stato mostrato, quello di fare cassa, alla faccia della sbandierata tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Ma che importanza ha la qualità dell’aria che respiriamo, l’importante è incassare, incassare, incassare. E i poveri palermitani pagano, pagano, pagano. E mentre tutte le famiglie cittadine fanno i conti con un vero e proprio salasso, il sindaco si balocca con l’ennesimo carrozzone arcobaleno, la cosiddetta Consulta dei Giovani, che rischia di diventare il solito specchietto per le allodole, non avendo alcun potere reale. Se davvero Orlando vuole pensare ai giovani, prima di tutto è indispensabile che il Consiglio Comunale approvi un serio regolamento e poi si potrà dare vita a questo organismo. Altrimenti sarà come sempre il solito fumo negli occhi”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.