Condividi

Via libera all’assestamento di bilancio, l’Ars vara la manovra che salva i bilanci dei comuni siciliani

giovedì 1 Dicembre 2016

Via libera dell’Ars alla legge di assestamento di bilancio. Sono stati 41 i voti a favore, 11 i contrari e 5 gli astenuti. Nessuna battaglia in aula nel giorno finale della votazione. Le schermaglie dei giorni scorsi vengono messe da parte e ogni gruppo ha motivo di esser contento perché ha portato a casa un potenziale pezzo di consenso.

Nel commentare il voto,  il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone ha puntato il dito sul vero “dramma” risolto: “Abbiamo raggiunto un risultato positivo soprattutto perché si è assicurata stabilità a tutti i comuni siciliani. E’ stato fatto un buon lavoro che servirà anche in fase di legge di stabilità – ha detto il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, incontrando i giornalisti a Palazzo dei Normanni dopo l’approvazione dell’assestamento di bilancio. Tutte le norme approvate sono generali e astratte. Auspico che il governo faccia arrivare quanto prima all’Ars quella che sarà l’ultima Finanziaria della legislatura, ma mi auguro ci sia lo spazio anche per qualche altra riforma”.

Nel corso dei lavori il presidente della Regione Crocetta aveva lanciato un appello al “senso di responsabilità dell’aula” e, rivolgendosi ai parlamentari del Movimento 5 Stelle, aveva chiesto di non ricorrere al voto segreto. E così alla fine è stato, con un respiro di sollievo per i Ragioneri di almeno 100 Comuni siciliani che potranno chiudere i bilanci ed evitare il dissesto.

La vera battaglia “politica” si è giocata sull’articolo 12, il testo omnibus che sostituisce la vecchia e vituperata “tabella H”. Ed è stato proprio questo l’unico contenuto – contenitore a creare qualche grattacapo alla maggioranza.  Non ci saranno contributi ad hoc ma si passa la passa ai “bandi” che sarà predisposti agli assessorati.

Nei giorni scorsi le norme che concedevano contributi ad hoc erano state stralciate dal presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone. Ma come da prassi parlamentare, quel che esce dalla porta rientra dalla finestra. Basterà leggere i comunicati stampa dei deputati Ars in rampa di lancio da questa sera per poter realizzare, nelle prossime ore, una mappa del “finanziamento”.Quelle norme, infatti, erano state stralciate dal presidente Ardizzone che aveva imposto di non prevedere nell’assestamento dei contributi diretti a questo o quell’ente. Ma così non è stato.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.