Condividi

A Borgetto si inaugura una Piazza dedicata a San Giuseppe, patrono dei lavoratori | FOTO

giovedì 29 Aprile 2021

GUARDA LA GALLERY IN ALTO

La città di Borgetto, tra le più devote a San Giuseppe, dove da generazioni si tramanda l’ antica tradizione delle mense, conosciuta ben oltre i suoi confini, dedicherà una piazza al padre putativo di Gesù, nell’anno speciale dedicato a lui da Papa Francesco e nel giorno della festa che lo vede come Santo patrono di tutti i lavoratori: il primo maggio.

Sabato 1 maggio alle ore 10:00 a Borgetto, giorno della festa San Giuseppe Lavoratore, l’Arcivescovo di Monreale Monsignor Michele Pennisi celebrerà la benedizione della piazza dedicata a San Giuseppe. L’evento è stato promosso in occasione del 150° anniversario dalla proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale.

Una statua di San Giuseppe, posta in una delle piazzette del paese, è stata realizzata con il contributo della Congregazione di San Giuseppe, dell’assessore comunale al Turismo e Spettacolo Monia Jerbi e del sindaco di Borgetto Luigi Garofalo.

Nella giornata è prevista principalmente la partecipazione delle autorità religiose ed istituzionali, nel rispetto delle norme anti covid.

“Da settimane stiamo lavorando con la Congregazione per realizzare questa piazzetta in onore di San Giuseppe – afferma l’assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Borgetto Monia Jerbi. Un’occasione per riaffermare la fortissima devozione che la nostra comunità nutre nei suoi confronti. Per questo l’amministrazione ha accolto con soddisfazione la proposta. Nelle ultime ore è stata posizionata la statua che raffigura il Santo che tiene Gesu’ Bambino tra le braccia. Sabato la comunità di Borgetto esprimerà ancora una volta una testimonianza di fede e di vicinanza a chi soffre”.

“L’istituzione comunale e la comunità religiosa hanno lavorato insieme per realizzare quest’opera. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo è indispensabile dare un messaggio di speranza – aggiunge il sindaco di Borgetto Luigi Garofalo. San Giuseppe è legato all’identità stessa della nostra comunità che per celebrarlo, ogni giorno si rimbocca le maniche aiutando i più deboli, non solo nel rispetto della tradizione, ma principalmente nello spirito disinteressato di fede e di solidarietà”.

“La devozione nei confronti di San Giuseppe è molto sentita dai cittadini di Borgetto che nel celebrare la sua figura rinnovano ogni anno l’antica tradizione delle mense, oltre a varie attività di aiuto ai bisognosi – conclude il presidente della Congregazione di San Giuseppe Antonio Bartellino. Quest’anno siamo nell’anno di San Giuseppe, la Congregazione si è impegnata a celebrare l’anno speciale voluto dal Santo Padre in occasione del 150° anniversario dalla proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale. Abbiamo voluto realizzare questo evento insieme a tanti cittadini che hanno contribuito”.

Nella foto 1, accanto alla statua di San Giuseppe che verrà posta in piazza, da sinistra il vicepresidente della Congregazione di San Giuseppe Francesco Amorello, il presidente della Congregazione di San Giuseppe Antonio Bartellino, l’arciprete don Rosario Armetta, l’assessore comunale al Turismo Monia Jerbi e don Gioacchino Capizzi, parroco della Chiesa madre.

Nella foto 2 la statua di San Giuseppe.

Nelle foto 3 e 4 i fedeli della Congregazione durante i lavori di realizzazione della piazza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.