Condividi

A Mazara la Lega presenta il candidato sindaco Randazzo: “Siamo il cambiamento”

lunedì 22 Ottobre 2018

È stata presentata oggi in conferenza stampa la candidatura di Giorgio Randazzo a sindaco della Lega Salvini Premier per le Amministrative di primavera a Mazara del Vallo. L’annuncio è di particolare importanza, perché si tratta del primo sindaco che si candida in Sicilia in questo nuovo corso della Lega, volto a valorizzare l’Isola e le migliori energie locali.

Una Lega, che – si legge in una nota – grazie all’impegno di Stefano Candiani e Igor Gelarda (responsabile Siciliano degli enti locali) in Sicilia ha avuto un nuovo impulso ed è sempre più attenta ai territori e ai cittadini, protagonisti nel progetto di rilancio della Sicilia voluto da Matteo Salvini. Un impegno che si concretizza oggi a Mazara con questa candidatura che va nella direzione di un autentico rinnovamento e che vede la Lega in forte crescita in tutta la regione.

“Sono particolarmente orgoglioso della scelta che ha fatto la lega con Giorgio Randazzo – sottolinea il responsabile enti locali Igor Gelarda – scelta che nasce da una delle tante intuizioni politiche del nostro commissario Stefano Candiani. Come detto in più occasioni la lega in Sicilia vuole dare una alternativa nuova, che affronti e risolva veramente i problemi della gente, senza utilizzare  dinosauri e fossili della vecchia politica. E Giorgio ne è la dimostrazione, la prima di una lunga serie, di una politica nuova che mette al centro I Siciliani. E non più le poltrone”.

“Scendo in campo perché mi fido di ciò che posso dare alla mia città, la mia forza, il mio coraggio e la mia alta integrità morale”. Questo il commento di Giorgio Randazzo, che aggiunge: “In questi anni non ho mai arretrato di un millimetro dinanzi all’ipocrisia, alle clientele, al malaffare e alla politica del girarsi dall’altra parte camuffata da un concetto deviato di moderatismo. Mazara del Vallo si ritrova in un vortice di deriva economica e morale senza precedenti dove sciacalli e opportunisti hanno trovato la loro fortuna”.

“Non siamo più la prima flotta peschereccia d’Italia – prosegue – non siamo più i pionieri della cantieristica, per via del silenzio gratuito nei confronti delle multinazionali del gas metano ci ritroviamo un litorale eroso e distrutto. In questi anni abbiamo perso le sedi locali di Tribunale, Camera di Commercio e Agenzia delle Entrate. Ci ritroviamo gli oneri di urbanizzazione più alti della Sicilia, l’aliquota IMU al massimo, una rete idrica vetusta che per 180 giorni su 365 non riesce soddisfare le esigenze delle nostre famiglie,  il costo dei rifiuti aumentato del 300 % negli ultimi 15 anni e un comune senza Piano Regolatore che procede per varianti. È stato delegittimato il Consiglio comunale attraverso la perenne assenza di Sindaco e Assessori, relegandolo ad un semplice organo di “sfogo” per un opposizione senza idee e senza coraggio. Mi candido contro tutto questo, sapendo che non sarà facile ma che sia un dovere provarci”.

“Mi candido – conclude Randazzo – per affermare il primato della Politica e restituire la cosa pubblica alla gente. Lo faccio con la Lega in quanto unica forza Politica interprete del cambiamento con “competenza” anche nei fatti, disponibile senza alcuna titubanza a supportare una tale rivoluzione amministrativa. E’ un dovere farlo,  a tutela della democrazia, dei più deboli e di tutta la gente perbene ed i nostri ragazzi,  costretti per “necessità” ad abbandonare questa bella ma sfortunata Città che fu Capitale del Mediterraneo. Lo farò a modo mio, con un progetto amministrativo condiviso con la base e con coloro i quali reputano la Politica un servizio per la comunità. E’ arrivato il momento di metterci la faccia tutti, nessuno escluso. Aggiungiamo un nuovo profumo a questa terra, il profumo di libertà!”

Presenti alla conferenza stampa anche il responsabile organizzazione comune di Trapani, Bartolo Giglio, il coordinatore regionale del Movimento nazionale per la Sovranità Antonio Triolo e il vicecapogruppo della Lega al Comune di Palermo, Elio Ficarra.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Assessore Messina: “Maggio 2023, siciliani alle urne. Province? Legge entro l’anno e voto nel 2024” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Andrea Messina è l’ospite della puntata 226 di Bar Sicilia. Intervistato da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Messina ha parlato di diversi argomenti tra cui le prossime amministrative siciliane, dei tempi necessari al ripristino delle ex Province, delle difficoltà in cui versano i Comuni e delle…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.