Condividi

Acquazzone a Letojanni. Disperso un uomo. La moglie: “Le speranze diminuiscono”; il sindaco: “Situazione critica”

sabato 26 Novembre 2016

Ore di grande apprensione a Letojanni, in provincia di Messina, dove non si hanno più notizie da venerdì pomeriggio di Roberto Saccà, imprenditore 74enne, di cui cui si sono perse le tracce dai drammatici momenti in cui ieri infuriava la tempesta di una bomba d’acqua che ha flagellato l’intera zona ionica. Saccà è svanito nel nulla e adesso si teme il peggio. Lo scomparso è il titolare di un negozio di articoli sportivi nella cittadina ionica e proprio nei momenti in cui imperversavano le forti piogge era uscito di casa per andare nella propria attività.

lo-scomparsoLa moglie non ha notizie di Saccà ormai dalla mattinata di venerdì. Saccà era uscito con il suo scooter, nella zona di contrada Sillemi: il mezzo è stato ritrovato già ieri sera e oggi è stato anche trovato il casco che indossava, rinvenuto a terra in strada. “Più passano le ore e più la speranza diminuisce, non so davvero cosa dire”, afferma la signora Pina, la moglie, mentre la speranza si fa flebile e la rassegnazione prende inesorabilmente il sopravvento. Vistosi in pericolo, Saccà aveva chiesto aiuto alla moglie: “sì, mi aveva chiesto di chiamare i soccorsi perché si metteva male, adesso non sappiamo più nulla”.  I carabinieri di Taormina e i vigili del fuoco di Letojanni sono impegnati nelle ricerche, senza sosta, da venerdì sera e dalla mattinata odierna sono iniziate anche le verifiche in mare, dove sono entrati in azione anche una motovedetta della Guardia costiera e i sommozzatori dei vigili del fuoco.

letojanni-02Alcuni accertamenti sono stati effettuati anche su Messina, poiché l’uomo è originario di quelle zone. Le ricerche, ad ogni modo, sono proseguite invano per l intera nottata senza esito battendo diverse zone di Letojanni rimaste prive di corrente elettrica a seguito dei danni provocati dall’acquazzone abbattutosi senza tregua su tutto il comprensorio ionico. Letojanni fa i conti con i danni e i disagi provocati della bomba d’acqua caduta sulla zona ionica ieri sera. Le strade sono state invase dal fango ed alcune auto sono state investite dalla furia della pioggia, e si registra soprattutto u disperso. Il sindaco Alessandro Costa non nasconde che nella cittadina ionica la situazione è complicata.

letojanni-01

“Purtroppo siamo in ginocchio dopo questa ondata eccezionale di maltempo – spiega il primo cittadino –. Il maltempo ci ha creato gravi danni. La notizia peggiore è la scomparsa del signor Roberto Saccà, che speriamo davvero si possa trovare da qualche altra parte. Stiamo impiegando mezzi meccanici e volontari con la Protezione civile per liberare le strade, la situazione è certamente complicata. La cosa che ci preoccupa di più è, indubbiamente, la vicenda della scomparsa di questo anziano. Siamo in una zona ad alto rischio, a Sillemi ci sono tante abitazioni e siamo in presenza di un dissesto idrogeologico importante. Occorre davvero andare a risanare, altrimenti saremo sempre costretti a fare dei sacrifici importanti con il rischio anche in termini di vite umane, come stiamo vedendo in queste ore con la scomparsa dell’anziano di cui non si hanno notizie. La circolazione in autostrada ieri sera è stata bloccata in via precauzionale, mentre sulla statale c’erano delle frane ma già da stamattina siamo riusciti a garantire la viabilità principale. Stiamo cercando di far rientrare alla normalità tutto nel giro di un paio di giorno. Diverse squadre stanno lavorando nei vari quartieri, e stiamo monitorando in particolare tutto ciò che attiene la necessarie sicurezza degli abitanti”. 

(EC)

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.