Condividi

Il maltempo mette in ginocchio anche Castelmola. Il borgo a rischio calamità

martedì 29 Novembre 2016
Castelmola

“Frane e crolli ovunque, la situazione si sta aggravando con il passare delle ore. Adesso lo Stato deve aiutarci, bisogna fare in fretta”. L’appello arriva da Orlando Russo, sindaco di Castelmola, il borgo turistico ritenuto uno dei più belli d’Italia, dove si fa la conta dei danni post-maltempo ed è stata ribadita ancora una volta la richiesta di stato di calamità del territorio.

Il paesino, infatti, è stato gravemente colpito dal nubifragio di venerdì scorso e fa registrare un bilancio pesantissimo, parzialmente mitigato soltanto dal fatto che per fortuna non si è registrata la perdita di vite umane. I danni ammontano ad almeno 1 milione di euro, in un territorio dove negli ultimi quattro anni il sindaco Russo con la sua Giunta è riuscito ad intercettare circa 30 milioni di finanziamenti per la gran parte destinati al risanamento del dissesto idrogeologico. Di recente una frana si era verificata per la seconda volta in tre anni in contrada Cuculunazzo con la caduta di quattro massi in strada, miracolosamente senza conseguenze per i residenti e con una successiva relazione da “allarme rosso” in zona fatta dal Genio Civile e dalla Protezione Civile.

Adesso la bomba d’acqua ha messo in ginocchio il borgo. “Lavorando alacremente giorno e notte siamo riusciti a far liberare alcune strade – afferma Russo – ma la situazione è veramente difficile e ci sono danni un pò ovunque. Fango, accumuli di terra e smottamenti si sono registrati in varie zone del nostro territorio, lungo tutti i 17 chilometri sui quali si estende Castelmola. Nelle contrade i danni sono stati pesantissimi e la gente ci sta aiutando a cercare di tornare in qualche modo alla normalità. Ci sono alcune famiglie isolate e alcune abitazioni evacuate per motivi di sicurezza. Siamo nuovamente alle prese con il problema del torrente Santa Venera”. Il “Santa Venera” ha fatto segnare nuovamente una piena e ora si ripropone l’esigenza di mettere in sicurezza una zona dove si trovano a rischio diversi residenti”. Tra le zone in difficoltà Mastrissa, la via di fuga Castelmola-Ziretto-Tirone, e la strada di Scala Traversa. “Adesso ci auguriamo che la Regione e il Governo centrale ci diano una mano immediata di fronte a tutto questo impressionante dissesto idrogeologico che in caso di nuove piogge rischia di metterci ancor più in ginocchio”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.