Condividi

Agira, riprese le attività. ‘Zona rossa’ solo un brutto ricordo | VIDEO

mercoledì 1 Luglio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Dopo avere attraversato l’emergenza della pandemia nella dimensione peggiore, quella di ‘zona rossa’, l’amministrazione comunale di Agira programma la sua ripartenza.

A dichiararlo è il sindaco Maria Greco. 

“Abbiamo superato brillantemente l’emergenza sanitaria applicando misure tanto drastiche quanto tempestive per spezzare la catena dei focolai e la diffusione del contagio, a cominciare dalle consegne a domicilio di ogni genere di consumo. Grazie a quei provvedimenti, oggi la vicenda della pandemia è solo un duro ricordo. Continuando a applicare costantemente le regole di sicurezza sanitaria, si tratta adesso di guardare avanti“.

La struttura del’Outlet Village – prosegue Maria Greco – da 10 anni a questa parte dà una forte boccata di ossigeno a un’area economicamente depressa dell’entroterra siciliano come la provincia di Enna. E’ la realtà commerciale più grande del centro-sud  per quanto riguarda questa modalità di vendita nel settore dell’abbigliamento e degli accessori e dal suo avvio si è integrata perfettamente nel tessuto socio-economico di questo territorio, in particolare quello di Agira, dove diverse famiglie vi traggono reddito“. Ma – aggiunge il sindaco – “d’ora in avanti intendiamo puntare di più anche sulle altre attività locali: dalle piccole imprese dell’artigianato, in particolare quelle delle ceramiche artistiche alla ricettività turistica locale”.

Il riferimento è alle abitazioni sparse sul piccolo e antico quartiere che si distende dalla basilica di San Filippo fino alla sommità più alta del paese, di fronte a un panorama a perdita d’occhio di campi e colline, con l’Etna sullo sfondo. Borgo medievale, Agira; ma  dalle origini ben più antiche: a comunicarle, dalla sua sommità, il rudere del Castello, edificato e ripetutamente ricostruito nei secoli sulle probabili fondamenta del palazzo riservato ai sovrani dei Sicani. Inoltre, il paese da 46 chilometri da Enna e a 64 da Catania,  è la patria di Diodoro Siculo, lo storico greco-siceliota autore della monumentale Biblioteca historica.

Come in altri borghi del centro della Sicilia, anche in una realtà come Agira, comune di poco più di 8mila abitanti, il tasso occupazionale resta basso, cosicché molti giovani sono partiti in cerca di lavoro altrove. “Ma ci sono anche quelli che hanno resistito, scegliendo di restare qui per portare avanti attività non solo nell’ambito dell’accoglienza turistica  ma anche in quello agricolo e nell’edilizia“. Settore, quest’ultimo, che nell’attuale fase è assorbito da opere pubbliche: “i 43 cantieri attivi fino a prima del lockdown – conclude Maria Greco – sono stati adesso riaperti tutti“.

 

LEGGI ANCHE:

Outlet Village: ripartono le vendite all’insegna della sicurezza | VIDEO

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, differenziata: il futuro di Rap tra porta a porta e raccolta di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Traghettare Palermo verso il futuro attraverso una nuova visione della raccolta differenziata dei rifiuti. È l’obiettivo di Rap, l’azienda partecipata del Comune, rappresentata dall’amministratore unico, l’ingegnere Girolamo Caruso

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.