Condividi

Coronavirus, i barbieri di Palermo sfidano Conte: “Il 4 maggio apriamo comunque” | VIDEO

mercoledì 22 Aprile 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Ciao, caro Governo“: comincia così uno degli sfoghi di barbieri e parrucchieri palermitani che si rivolgono all’esecutivo nazionale (e qualcuno si anche al Presidente della Regione Nello Musumeci). Anche se tanto caro il Primo ministro non deve essere, visto il tono con cui gli si rivolgono.

La categoria non ce la fa più, messa in ginocchio dalle restrizioni per evitare la diffusione del Coronavirus e ulteriormente colpita dagli abusivi che sottobanco svolgono i servizi, danneggiando chi rispetta le regole. E alla fine hanno deciso di rivolgersi direttamente al Presidente del Consiglio, sollecitandolo a non prorogare oltre il 4 maggio la chiusura delle loro attività.

Non è ancora chiaro se il 4 maggio sarà davvero il momento di avvio della ‘Fase 2’, ma la proroga del lockdown è un’ipotesi che non è assolutamente ritenuta accettabile dai barbieri e dai parrucchieri del capoluogo (ma il problema comincia ad assumere rilevanza nazionale, come sottolinea Nunzio Reina, responsabile Benessere della Confesercenti nazionale). Dunque, ecco il videomessaggio indirizzato al Premier Conte e sottoscritto da una decina di lavoratori (ci sono anche barbieri che lavorano oltre lo Stretto).

E se il loro messaggio rimanesse inascoltato? In quel caso i barbieri e i parrucchieri alzeranno comunque le saracinesche. Non solo: scenderanno in piazza contro la misura, il cui prolungamento verrebbe ritenuto vessatorio dal momento che – è la posizione di chi è costretto alla chiusura – si finirebbe con il favorire gli abusivi. Insomma, è proprio il caso di dire che sulle chiusure il suggerimento che arriva dalla categoria a Conte è quello di ‘darci un taglio‘.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, Confesercenti: “Parrucchieri, barbieri e centri estetici riaprano il 4 maggio”

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.