Condividi
Bilancio 2023

Alibrandi (Cisl Messina): “Serve un patto sociale. Il Ponte veicolo di opportunità” CLICCA PER IL VIDEO

sabato 23 Dicembre 2023

Messina è come un’auto che si è messa in moto, magari dopo un periodo di “fermo” in garage o dal meccanico. E’ un’immagine dinamica quella che per il segretario generale della Cisl Messina Antonio Alibrandi prevale nel fare il bilancio del 2023.

Un anno che va a chiudersi e che sta vedendo la città letteralmente invasa dai cantieri per la mobilità sostenibile, dai cordoli alle piste ciclabili dai parcheggi d’interscambio al posizionamento degli alberi di ForestaMe. Le proteste, soprattutto per la contemporaneità dei cantieri, non mancano ma il segretario della Cisl, che ha incontrato i giornalisti per gli auguri di fine anno, invita a guardare a quel che sarà la città a chiusura dei cantieri.

MESSINA IN MOVIMENTO

E’ stato un anno di difficoltà e senza dubbio i cantieri hanno causato problemi, ma sta emergendo non soltanto una visione di città ma anche la determinazione nel ridisegnarla. Oggi c’è una visione per il futuro, è stato iniziato un percorso virtuoso. Invito a guardare i cantieri come un fatto temporaneo che porta opportunità. Sono disagi momentanei inevitabili. Messina oggi è una città in movimento”.

Alibrandi sottolinea come oggi più che mai debbano tornare prioritari i temi legati all’occupazione ed alla produttività, con grande attenzione, quello delle attività artigianali che è stato messo in secondo piano.

SERVE UN PATTO SOCIALE

Serve un grande patto sociale per il territorio per ricostruire e devo dire che in queste settimane natalizie si sta vedendo un clima di partecipazione e di voglia di fare insieme. Dobbiamo osare e capire quale tipo di lavoro costruire. Non solo pubblico, ma puntare sulla strategica ripresa delle aree artigianali, delle start up, delle filiere interne. Spesso i cambiamenti spaventano ma aprono spazi nuovi”.

PONTE VEICOLO DI OPPORTUNITA’

Il 2024 sarà l’anno dell’avvio dei cantieri del Ponte sullo Stretto e la Cisl è favorevole e su questo punto Alibrandi evidenzia come l’opera siaveicolo di opportunità. Basti pensare che il Ponte in sé, come struttura, è solo una parte, perché ci sono poi altri 10 miliardi di opere connesse e di infrastrutture e sono quelle che cambieranno il territorio. Per noi la formazione è fondamentale così come il sistema che si mette in moto e che riguarda anche l’indotto, i trasporti, la logistica, i servizi, la ristorazione, direi persino le lavanderie. Neanche si ha idea oggi di quanta occupazione indotta ci sarà. Ho citato le lavanderie per fare un piccolo esempio. Non sto parlando del piccolo negozio, ma della necessità di lavare quantità enormi di tute, abbigliamento di lavoratori impegnati ogni giorno sia sul Ponte che nelle opere connesse. Ed è solo un piccolo esempio. Non possiamo lasciarci sfuggire l’occasione di un sistema economico che si mette in moto anche perché altre città siciliane sono già in moto prima di noi…..per fare formazione e non solo. E’ da come reagisce la città a tutto questo che si capisce quale sarà il destino di Messina

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Lombardo a Bar Sicilia: “Autonomia sfida da cogliere, con la Lega patto federativo” CLICCA PER IL VIDEO

Dall’autonomia differenziata ai precari equilibri tra partiti. Ospite della puntata di Bar Sicilia è l’ex presidente della Regione Raffaele Lombardo, fondatore e leader del Movimento per le autonomie

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.