Condividi

Asu, a rischio stipendi arretrati. L’Inps nazionale dice no all’accordo

mercoledì 7 Febbraio 2018

L’Inps nazionale ha espresso parere negativo sull’accordo trovato nelle settimane scorse dalla Direzione siciliana dell’Istituto e dall’Assessorato regionale alla famiglia e al lavoro in merito alla vertenza dei 5 mila lavoratori Asu. Accordo che avrebbe sbloccato la liquidazione della mensilità di dicembre e la proroga, per altri tre mesi, della convenzione per la gestione dei servizi di pagamento dei suddetti lavoratori, in cambio dell’utilizzo di 150 di essi presso gli uffici regionali dell’Ente di previdenza e della definizione della controversia sul credito vantato da quest’ultimo nei confronti della Regione.

L’intesa sembrava superare le difficoltà scaturite dall’enorme debito contestato dall’Inps, che da circa 20 anni svolge la funzione di ente pagatore degli Asu, sulla base di una serie di stanziamenti forfetari annuali effettuati dalla Regione ad ogni finanziaria. Queste risorse sono, però, sono risultate inferiori a quelle impiegate per i pagamenti. Motivo per cui l’Inps da qualche anno chiede a Palazzo d’Orleans di ripianare le passività, pena il mancato rinnovo della convenzione. Un pericolo scongiurato fino a ieri dall’intervento del direttore generale dell’Assessorato, Antonio Parrinello, dopo aver parlato con i vertici dell’Inps regionale.

Ma e a Palermo era stata trovata la quadra, la decisione di Roma vanifica tutti gli sforzi fatti per ricomporre la frattura. Una vicenda che il Csa – Dipartimento Asu definisce “a dir poco paradossale. Infatti – spiegano Ciccio Mallia, Mario Mingrino e Vito Sardo a seguito dell’accordo Regione-Inps sulle procedure ed i tempi per stabilire i rispettivi crediti-debiti, la prima, avendo rispettato i termini del suddetto accordo, addirittura in anticipo sotto la direzione del dottor Parrinello, emise il decreto d’impegno per il pagamento dei lavoratori impegnati in Asu nel mese di gennaio, ma l’Inps dopo aver ricevuto l’accredito per il pagamento, viene meno all’accordo e restituisce i soldi per i pagamenti inspiegabilmente”.

“Sicuramente – continuano i tre sindacalisti – l’Inps è un ente che ha evidenti problemi interni ed il fatto che il direttore regionale sottoscrive un accordo con la Regione e i vertici nazionali non lo ratificano, n’è la prova”. Dichiarazioni molto dure che preludono alla mobilitazione, nel caso in cui il confronto dovesse chiudersi definitivamente.

Ancora più dura la Fp Cgil che parla di “cortocircuito istituzionale che rischia di gettare sul lastrico i lavoratori”.  “In questo contesto – dichiara la segretaria regionale Clara Crocè l’assessore al Lavoro Maria Ippolito continua a non rispondere alle nostre reiterate richieste di incontro per trovare soluzioni a questa delicata vicenda vicenda”. La Fp Cgil nei giorni scorsi ha anche chiesto un’audizione nella V Commissione dell’Ars per discutere delle vertenza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.