Condividi

Bare insepolte ai Rotoli di Palermo, Orlando indagato per omissione d’atti d’ufficio

sabato 8 Gennaio 2022
Leoluca Orlando

Nuova grana giudiziaria per il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Dopo l’avviso di garanzia per falso in bilancio notificato lo scorso ottobre, insieme ad altri 23 tra ex assessori e dirigenti di Palazzo delle Aquile, il primo cittadino adesso sarebbe indagato dalla Procura di Palermo, come scrive l’edizione locale di un quotidiano nazionale, per omissione di atti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulle bare insepolte, quasi 900, al cimitero dei Rotoli. Già due anni fa Orlando era stato convocato al Palazzo di giustizia come “testimone informato dei fatti”, a dicembre ha ricevuto un avviso di proroga dell’inchiesta.

Sul caos del cimitero dei Rotoli la Procura indaga da tempo. Ai domiciliari nell’ottobre 2020 nell’ambito di un’inchiesta dei carabinieri finì il direttore del camposanto con l’accusa di corruzione e concussione. Lo scorso settembre la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per dieci persone, fra dipendenti comunali e impresari funebri.

(fonte AdnKronos)

Igor Gelarda

Sono stato uno tra i primi a denunciare in procura questa situazione con un esposto oltre un anno fa. Sono contento che la magistratura abbia deciso di approfondire e verificare se ci siano responsabilita penali da parte di questa amministrazione comunale. Quello che vogliamo noi è comunque la soluzione definitiva al problema. E in tal senso ci siamo mossi con un emendamento, presentato dalla Lega. Grazie al quale Sono stati stanziati 2 milioni di euro per risolvere almeno in parte il problema con l’acquisto di un migliaio di loculi. Ci auguriamo che la magistratura posso fare luce quanto prima su questa tristissima situazione“.

Lo ha dichiarato Igor Gelarda, capogruppo Lega a Palazzo delle Aquile.

Antonino Randazzo
Antonino Randazzo

Ringrazio la Procura palermitana per l’eccellente lavoro che sta portando avanti a tutela del diritto dei cittadini ad avere una degna sepoltura per i loro cari. Questo è il lavoro ad oggi da quando, nel maggio 2019, con due esposti in Procura, iniziai a scoperchiare il calderone impressionante sulla questione igienico–sanitaria al cimitero dei Rotoli , sul grande numero di salme tenute in deposito per la carenza cronica di spazi e per il forno crematorio sempre guasto, denunciando anche i rischi di infiltrazioni di Cosa Nostra. Da tali esposti sono partite le indagini con il rinvio a giudizio per 10 persone” afferma Antonino Randazzo. 

Omissione di atti d’ufficio. È questo il presunto capo d’accusa che la Procura di Palermo ha rivolto nei confronti del sindaco Leoluca Orlando, indagato nell’ambito dell’inchiesta delle bare insepolte al cimitero di Rotoli.  Un vero

Fabrizio Ferrandelli
Fabrizio Ferrandelli

e proprio cimitero degli orrori. Sarà ora la magistratura a valutare tutti gli atti di questa vicenda tristissima. 900 famiglie aspettano da mesi una degna sepoltura per i loro cari dopo due anni di immobilismo, di appelli inascoltati, di silenzi, di soluzioni non trovate e che per la prima volta in vita mia, mi hanno portato a presentare un esposto alle autorità competenti. Due anni che rappresentano lo specchio di un’amministrazione disattenta e dell’incuria con la quale viene governata la città.Basta. Non se ne può più.
Occorre rispetto per Palermo, per i palermitani e sui morti. Mettiamo fine a questa vergogna!“, così Fabrizio Ferrandelli di +Europa.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Rita Barbera: “La sicurezza nasce dal rispetto” CLICCA PER IL VIDEO

IlSicilia.it ha intervistato Rita Barbera, per anni direttrice di istituti penitenziari, in prima linea e “sul campo” in tema di amministrazione carceraria. Con lei abbiamo analizzato il decreto “Carcere sicuro”, recentemente approvato dal Governo nazionale.

BarSicilia

Bar Sicilia, estate tutta da vivere a Giardini Naxos: turismo, eventi, cultura, arte CLICCA PER IL VIDEO

Con gli assessori comunali di Giardini Naxos Fulvia Toscano e Ferdinando Croce scopriamo sorprese ed eventi di un’estate da boom di turisti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.