Condividi

Calci e pugni alla convivente. Non accettava la fine della relazione

sabato 24 Giugno 2017

Un 33enne e’ stato arrestato dai carabinieri, nel catanese, per avere aggredito con calci e pugni la convivente, mandandola in ospedale. Tra alti e bassi la relazione, durata qualche anno, aveva visto anche la nascita di una bambina. Ma le incomprensioni e la ferma decisione della donna di porre fine alla travagliata storia d’amore, hanno scatenato le ire dell’uomo che in piazza Marina ad Aci Trezza, frazione di Aci Castello, nel catanese, durante uno dei tanti incontri chiarificatori, l’ha prima insultata all’interno di un bar per poi trascinarla fuori, colpirla con inaudita violenza alla testa e fuggire via. La vittima, dolorante a terra ed in lacrime, ha dovuto chiedere aiuto da sola al 112, seppur in piazza in quel momento ci fossero numerose persone. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno prima soccorso la donna e poi arrestato l’aggressore, trovato nascosto nei pressi del mercato ittico. La donna, di 31 anni, e’ stata accompagnata all’ospedale Cannizzaro di Catania. I medici le hanno riscontrato un trauma cranico non commotivo e una lussazione alla testa omerale della spalla sinistra e le hanno diagnosticato una prognosi di 21 giorni. L’uomo, un 33enne di Acireale, giudicato per direttissima, e’ stato rimesso in liberta’ con il divieto assoluto di avvicinarsi alla vittima.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

BarSicilia

Bar Sicilia, Razza pronto a correre per un seggio a Strasburgo: “L’Europa entra sempre più nella vita dei siciliani” CLICCA PER IL VIDEO

Prima di affrontare la campagna elettorale che separa i siciliani dal voto del prossimo 8 e 9 giugno, Razza fissa la sua marcia d’avvicinamento all’obiettivo delineando concetti e misurando il feedback con i propri elettori

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.