Condividi

Caltanissetta, mafia ed estorsioni: udienza preliminare per 11 indagati

lunedì 28 Marzo 2022

Fissata per il 4 maggio dal gup Graziella Luparello, su richiesta dei pm Pasquale Pacifico e Chiara Benfante, l’udienza preliminare per il 43enne Carmelo Bontempo e altre 10 persone indagate in seguito alle indagini scaturite dal blitz della Squadra Mobile di Caltanissetta “La bella vita” dello scorso 29 giugno.

Imputati insieme a Carmelo Bontempo, considerato dagliFissata per il 4 maggio dal gup Graziella Luparello, su richiesta dei pm Pasquale Pacifico e Chiara Benfante, l’udienza preliminare per il 43enne Carmelo Bontempo e altre 10 persone indagate investigatori il nuovo reggente di Cosa Nostra a Caltanissetta, sono anche Fabio Meli, 43 anni, Giovanni Puzzanghera, 44 anni, Francesco Zappia, 47 anni, Ernesto Mirandi, 38 anni (attualmente tutti detenuti in carcere e difesi dagli avvocati Danilo Tipo, Davide Anzalone, Walter Tesauro, Sergio Scollo). Gli altri imputati a piede libero sono Mario Ragusa, 28 anni, Giuseppe Polizzi, 41 anni, Giovanni Vinciguerra, 35 anni, Michele Amico, 41 anni, Massimiliano Iorio, 41 anni, Michele Todaro, 41 anni (difesi dagli avvocati Giuseppe Dacquì, Gianluca Firrone, Dino Milazzo, Davide Schillaci, Luigi Di Natale, Ernesto Brivido).

A loro volta Massimiliano Iorio e Michele Todaro saranno anche chiamati a rispondere del reato di favoreggiamento personale aggravato dal metodo mafioso per avere negato di essere stati vittima di estorsione nell’ambito della stessa vicenda, nella duplice veste di persone offese e imputati. Parti offese nel processo sono anche Santo Ferraro, Luigi Anzalone, Eugenio Corsino, Massimiliano Pinzarrone. Gli arrestati sono accusati a vario titolo per associazione di tipo mafioso dedita alla commissione di estorsioni e al traffico di sostanze stupefacenti. A Bontempo e Meli vengono contestati diversi casi di estorsione.

Le indagini hanno permesso di accertare che la cassa del clan mafioso era foraggiata dallo spaccio di droga e dalla tradizionale attività estorsiva cui sono stati sottoposti diversi commercianti del capoluogo e della provincia. Nel blitz erano stati anche arrestati anche Ivan Villa, 48 anni, Daighoro Iacona, 31 anni, Gino Gueli, 32 anni che nel corso delle indagini preliminari hanno patteggiato.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.