Condividi

Cantante “furbetta” incide disco neomelodico coi soldi del reddito di cittadinanza

venerdì 11 Ottobre 2019

Usa i soldi del reddito di cittadinanza per incidere il suo primo lavoro discografico.

Succede a Catania, dove un’aspirante cantante neomelodica, Agata Arena, e due suoi familiari, che dal luglio scorso percepivano illegalmente 709 euro ciascuno di reddito di cittadinanza, sono stati denunciati, dal personale del commissariato di polizia Librino di Catania, per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Durante controlli nel popoloso rione agenti hanno scoperto un minimarket con dei cartelloni pubblicitari con una donna che pubblicizza il “primo lavoro discografico – nuovo album uscita primi di novembre“.

Sia i cartelloni che la struttura commerciale erano abusivi. La donna ha dichiarato di essere un’artista neomelodica e che aveva investito 3.000 euro per incidere, con una nota casa discografica, 4 brani, già pubblicati, e un quinto inedito in uscita, e che aveva ancora bisogno di altri soldi per incidere l’intero album contenente 8 brani.

L’Inps ha comunicato ai tre la decadenza del reddito di cittadinanza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Elena Pagana: “Parco dell’Etna e riserve, ecco cosa stiamo facendo per l’ambiente” CLICCA PER IL VIDEO

Dalle politiche per la fruizione dei parchi alle attività dell’Arpa fino alla pianificazione, ospite di Bar Sicilia è l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Elena Pagana

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.