Condividi

Furbetti del reddito nel Palermitano: tra loro anche richiedenti asilo

mercoledì 23 Giugno 2021

La guardia di finanza ha individuato, tra Corleone, Bisacquino, Roccamena e Contessa Entellina, sei persone che percepivano illecitamente il reddito di cittadinanza.

I sei avevano omesso di comunicare dati e informazioni che avrebbero impedito la concessione del beneficio. In particolare, tre di esse non avevano dichiarato di risiedere stabilmente in una struttura residenziale a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica. Tra queste anche una donna nigeriana, ospite presso una comunità per richiedenti asilo e rifugiati, non era neanche in possesso del requisito della residenza in Italia da almeno 10 anni.

Una quarta persona aveva omesso di dichiarare che un componente del proprio nucleo familiare era beneficiario di altra misura di sostegno al reddito in favore dei nuclei familiari in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19, beneficio quest’ultimo incompatibile con il reddito di cittadinanza.

Un altro, inoltre, aveva omesso di dichiarare che un proprio familiare convivente era stato sottoposto a misure cautelari personali; l’ultimo, infine, di essere personalmente destinatario di una misura cautelare personale.

I finanzieri hanno proceduto a segnalare i sei alla procura della Repubblica di Termini Imerese e, contestualmente, hanno proceduto a comunicarne i nominativi all’ufficio I.N.P.S. per le apposite sanzioni amministrative di revoca e decadenza del beneficio e per il recupero delle somme già indebitamente percepite, pari complessivamente a circa 17 mila euro.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.