Condividi

Caos al canile comunale, sospesi i servizi. Gelarda (M5S): “Continua la cattiva gestione della struttura”

giovedì 2 Novembre 2017
igor gelarda

Palermo – E’ sempre polemica sul canile municipale che, adesso, vede sospesi i propri servizi a causa di un’agitazione sindacale dei lavoratori della Reset. Dai ieri, infatti, niente straordinari e attività essenziali. A denunciare l’ennesimo disservizio, che ha visto negli ultimi mesi il canile di Palermo protagonista di una gestione poco ortodossa, è stato il consigliere comunale del M5s, Igor Gelarda in un post sul suo profilo FB.

Non è la prima volta che si parla dei problemi della struttura comunale che ospita i cani randagi. Nei mesi scorsi, forte è stato lo scontro tra Licia Colò, la famosa presentatrice televisiva e l’amministrazione comunale, proprio in tema di trasferimenti degli animali, che il nostro giornale aveva raccontato.

“La situazione è tale – scrive Gelarda nel suo post – per cui terminato il turno mattutino degli operatori del canile, agli animali non vengono somministrate le cure mediche necessarie, oltre che la pulizia degli spazi di ricovero, e non viene effettuato il servizio in esterno di prelievo dei cani incidentati. Alcuni cittadini si sono così ritrovati a dover soccorrere al porto un cane con microchip del Comune, dopo il diniego di intervento da parte del canile”.

Un attacco a tutto tondo contro l’amministrazione comunale che a dire del consigliere del M5s: “essendo a conoscenza da almeno due settimane, non sia intervenuta per individuare delle soluzioni momentanee ed evitare un disservizio di tale entità, che colpisce come al solito i soggetti più deboli e cioè gli animali”.

Gelarda ha anche detto di aver parlato con il capo area del Comune, che gli avrebbe garantito di “aver attivato tutte le procedure per fare riprendere l’assistenza agli animali, dando disposizione per informare l’autorità giudiziaria di ciò che sta accadendo, individuando eventuali responsabilità penali”.

Dunque, una situazione che mette sempre più in risalto come sia precaria, in termini emergenziali, la struttura del Comune. E l’esponente pentastellato, a Sala delle Lapidi, ha anche ribadito di voler monitorare gli sviluppi della vicenda, “e se nelle prossime ore non ci saranno novità, ci rivolgeremo all’autorità giudiziaria per conoscere di chi sono le vere responsabilità della cattiva gestione della struttura”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.